FAQHome    FAQFAQ    CercaCerca    Lista utentiLista utenti    GruppiGruppi    AlbumAlbum    FAQPrivacy Over The Top 
  ProfiloProfilo    Messaggi privatiMessaggi privati    Log inLog in 
 
ABRUZZO: SCATTA FOLLIA PROIBIZIONISTICA

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Speaker's corner

enrico Rispondi citando



Registrato: 01/02/07 14:12
Messaggi: 67
Luogo di residenza: roma

MessaggioInviato: Ven Feb 03, 2017 17:56    Oggetto: ABRUZZO: SCATTA FOLLIA PROIBIZIONISTICA
 
In queste ore si susseguono notizie di ordinanze di divieto INDISCRIMINATO di accesso a zone innevate (Prati di Tivo, Castel del Monte, Terminillo) senza che sussistano oggettive pericolosità, con grave danno di chi ancora cerca di fare turismo in Abruzzo (gestori, guide, maestri di sci) e di chi, come il sottoscritto, ama frequentarlo sci ai piedi o no.

[url] https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10208099300348275&set=a.1369428603760.2046001.1473081156&type=3&theater [url]
Non è bastato vedere i tardivi soccorritori di Rigopiano dover SPALARE A MANO, raggiungere CON LE PELLI luoghi (quota 1400 mt) assai +efficacemente raggiungibili con motoslitte attrezzate da neve fresca, ora anche la rassegna vergognosa del 'paramose il c*'?
CIALTRONI!!! Evil or Very Mad
_________________
hendrik the (b)eagle
Top
Profilo Invia messaggio privato

zeta zeta Rispondi citando



Registrato: 24/09/08 19:10
Messaggi: 948
Luogo di residenza: Pescara Centrale - ABRUZZO

MessaggioInviato: Sab Feb 04, 2017 9:40    Oggetto:
 
Ma chi amministra e chi ha amministrato il territorio abruzzese da anni, non ha mai sentito il motto, o modo di dire: "ABRUZZO MARE E MONTI"? Ci sarà anche un motivo a tale detto. Basta fare due passi su una della tante spiagge della regione, ne abbiamo innumerevoli, e guardando il mare poi girarsi di 180° e ... indovinate cosa si vedono? I monti ! Ma i nostri amministratori non si sono mai accorti di questo? Forse non sono mai andati in spiaggia, sommersi dai molteplici impegni.
L'Abruzzo è una regione che per il 70% del territorio è ricoperto di montagne. Gli amministratori locali negli anni passati avrebbero dovuto valorizzare questo potenziale capitale economico incrementando il turismo.
Se l'evento straordinario di precipitazione nevosa dell'ultima settimana di gennaio fosse accaduto in una qualsiasi regione dell'arco alpino, sarebbe stato accolto come manna dal cielo e non com'è successo da noi come evento catastrofico.
Al nord la neve la spostano con i camion da una località all'altra per usarla sulle piste da sci. Lassù per non farli sciogliere coprono i ghiacciai con teli riflettenti.
In Abruzzo la neve ha portato, purtroppo, la morte.
Nelle Alpi, beati loro, la neve porta il benessere!
Eppure se la si va ad analizzare è sempre la stessa acqua congelata.
Strade che raggiungono località turistiche montane che sono tutte buche, paesi di montagna che non riescono ad avere uno spazzaneve, non esiste uno skipass regionale! Si raggiunge il parossismo del tragicomico a Passolanciano/majelletta con un numero di piste minore allle dieci unità con 3 gestioni diverse: cioè se il turista di Milano, per dirne uno ma potrebbe anche essere di Brescia o di Venezia, capita da quelle parti dove tra l'altro mentre scia vede il mare (come in Norvegia!), per percorrere tutto il comprensorio di pochi chilometri quadrati deve comprearne 3 di skipass!
Ma gli amministratori/politici locali dov'erano e dove sono?
Una corretta politica di valorizzazione del territorio si programma non dalla sera alla mattina: domani fanno 2 metri di neve, adesso mi vado a comprà un paio di spazzaneve (che verranno consegnati dopo un paio di mesi, e poi non verranno manutenuti a dovere e diventeranno ferrivecchi inutilizzabili!).
Da noi succede questo, è un dato di fatto messo in evidenza dagli ultimi avvenimenti metereologici che hanno avuti risvolti tragici a risonanza nazionale.
Da "Abruzzese purosangue" amante della bellezze della propria terra, amante dell'Adriatico ed amante dei bei monti che abbiamo, mi sono vergognato di sentire e vedere alla TV, parlare dela mia regione, per cose negative!
Io, che non amministro, ho provato vergogna, gli amministratori, evidentemente, no.
Una vera politica di sviluppo e di valolrizzazione la si programma con investimenti importanti nel corso di anni e non emettendo ridicole ordinanze che vietano a quattro gatti di andare a scorrazzare, sudando e prendendo tanto di quel freddo all'aria aperta in mezzo alla natura.
_________________
"Ciao piccolina, volevo chiederti una cosa: ma il tuo papà che lavoro fa?"
...mumble..mumble...
"....ah SI!...Le immersioni in montagna!"

http://www.montagnesommerse.blogspot.com
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage

enrico Rispondi citando



Registrato: 01/02/07 14:12
Messaggi: 67
Luogo di residenza: roma

MessaggioInviato: Sab Feb 04, 2017 13:54    Oggetto:
 
PRATI DI TIVO UCCISA:
La Prefettura di Teramo la Regione Abruzzo la Provincia di Teramo il Comune di Pietracamela Meteomont del Corpo Forestale dello stato (ora Carabinieri) seduti su una poltrona fidandosi di finti rilevamenti , IGNORANDO, le relazioni di chi di mestiere si occupa di Valanghe persona di cui Prati di Tivo è dotata e di cui si ha una cultura difficilmente riscontrabile in questa splendida regione...... hanno decretato la CHIUSURA DELLA STAZIONE DI PRATI DI TIVO..... mi dispiace con i ragazzi degli impianti degli hotel dei ristoranti che hanno fatto il culo per tutta la settimana per regalarvi una Prati di Tivo pronta con il vestito più bello "la neve" chiedo scusa ai fornitori per aver dovuto disdire gli ordini della merce che avevo buttato a caus ENEL...... chiedo scusa a tutte le persone che in questi giorni avevo illuso che avremmo aperto perché tutto sommato in Italia dalle difficoltà si esce sempre con orgoglio....... non è così !!!!! ISTITUZIONI STATE DISTRUGENDO UN ECONOMIA CHE NE IL TERREMOTO NE LA STRAORDINARIA NEVICATA ERANO RIUSCITE A FARE...........
_________________
hendrik the (b)eagle
Top
Profilo Invia messaggio privato

paoloche Rispondi citando



Registrato: 09/03/06 11:17
Messaggi: 471
Luogo di residenza: Padova

MessaggioInviato: Sab Feb 04, 2017 19:32    Oggetto:
 
http://www.ilfattoteramano.com/2017/02/04/nuova-valanga-ai-prati-di-tivo-si-e-rischiato-due-volte-leffetto-rigopiano/

In sto caso, pero', sembrerebbe che la misura prudenziale sia
stata piu' che sensata. Forse la zona e il grado (ovviamente medio) 3
potrebbero non combaciare. Ma non conosco la zona per cui mi taccio.

P.
Top
Profilo Invia messaggio privato

enrico Rispondi citando



Registrato: 01/02/07 14:12
Messaggi: 67
Luogo di residenza: roma

MessaggioInviato: Dom Feb 05, 2017 9:42    Oggetto:
 
In tutto il mondo CIVILE gli accumoli nevosi si gestiscono (gasex, paravalanghe...etc) solo in Abruzzo, per l'ignoranza ed insipienza di cd 'amministratori' ,si aspetta 'che scenda la valanga', come ai tempi della bibbia! Nel frattempo assistiamo al paradosso che l'unica regione d'europa provvista quest'anno di abbondante manto nevoso, DICHIARA BANCAROTTA. siamo davvero ai tempi di Silone!
_________________
hendrik the (b)eagle
Top
Profilo Invia messaggio privato
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Speaker's corner
Pagina 1 di 1

Choose Display Order
Mostra prima i messaggi di:   
User Permissions
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi

 
Vai a:  
Servizi di Hosting SinerWeb