FAQHome    FAQFAQ    CercaCerca    Lista utentiLista utenti    GruppiGruppi    AlbumAlbum    FAQPrivacy Over The Top 
  ProfiloProfilo    Messaggi privatiMessaggi privati    Log inLog in 
 
CICLO-VACANZA IN BAVIERA (Alla ricerca del malto perduto)

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Montagna oltre lo scialpinismo

Valentino_52 Rispondi citando



Registrato: 21/02/06 09:49
Messaggi: 7223
Luogo di residenza: TRENTO

MessaggioInviato: Mar Set 12, 2017 12:38    Oggetto: CICLO-VACANZA IN BAVIERA (Alla ricerca del malto perduto)
 
COLLANA: “I CICLO-RACCONTI DELLA TERZA ETA' “

CICLO-VACANZA IN BAVIERA
(ALLA RICERCA DEL MALTO PERDUTO)
12 agosto-25 agosto 2017
Durata: 14 giorni
Km totali: poco più di 960
Dislivello totale: 6200 m.
Birre: un numero imprecisato. Laughing

LE TAPPE
1) 12/8- Hopfersee-Schongau km 68 D+ 600
2) 13/8- Schongau-Kissing km 90 D+ 440
3) 14/8- Kissing- Donauwörth km 73 D+ 230
4) 15/8- Donauwörth-Dinkelsbühl km 84 D+ 630
5) 16/8- Dinkelsbühl-Rothenburg km 54 D+ 470
6) 17/8- Rothenburg-Tauberbischofheim km 72 D+ 330
7) 18/8- Tauberbischofheim-Würzburg-Dettenbach km 40+30 D+ 650
Cool 19/8- Dettenbach-Bamberg km 65 D+ 450
9) 20/8- Bamberg-Fürth Unterfarrnbach km 76 D+ 230
10) 21/8- Fürth Unterfarrnbach-Weissenburg km 75 D+ 400
11) 22/8- Weissenburg-Dillingen a.d. Donau km 80 D+ 600
12) 23/8- Dillingen-Türkheim km 79 D+ 560
13) 24/8- Türkheim-Marktoberdorf km 46 D+ 280
14) 25/8- Marktoberdorf-Hopfersee km 31 D+ 330

Il 19 agosto è il nostro anniversario di matrimonio che, da 39 anni,
festeggiamo con una vacanza più o meno lunga e
quest'anno, scartate a priori le località turistiche italiane,
invivibili in agosto, decidiamo per un “romantico” ciclo-viaggio in Baviera.
La classicissima Romantiche Strasse, da Füssen a Würzburg, l'abbiamo percorsa parzialmente in macchina qualche anno fa proprio in occasione
di questa nostra ricorrenza e non potevamo non tornarci in bici anche perchè,
il non averla mai percorsa da ciclo-turisti, sembra quasi ci si debba vergognare,
per cui quest'anno abbiamo deciso di colmare questa “ignobile” lacuna. Mr. Green
L'acquisto di una cartina geografica della Baviera, qualche notiziola “rubata” su internet e via, il viaggio è già organizzato.
Leggendo qua e là si capisce che i più percorrono il tragitto da Nord a Sud, facendo l'andata in treno,
anche perchè, si legge, nell'altro senso c'è sempre un fastidioso vento contrario.
Ho anche letto che, per contro, da Sud a Nord si è in costante leggera discesa.
Constateremo di persona che non è affatto vero.
A mia moglie la parola Nord mette sempre un po' d'ansia, mentre a me fa più o meno lo stesso effetto la parola Sud quindi,
per accontentare tutti e due, le propongo di fare andata e ritorno, ovviamente non per la stessa strada
ma tracciando idealmente un percorso a forma di OTTO e cioè, più o meno:
1) Direzione Nord: Füssen-Schongau-Donauwörth-Rothenburg-Würzburg (capolinea nord della Strada Romantica).
2) Da Würzburg verso Est fino a Bamberg
3) Direzione sud: Bamberg-Nürnberg (di striscio)- Donauwörth
4) Da Donauwörth ad Ovest verso Ulm, lungo il Danubio, e poi a Sud fino a Füssen
Per le tappe, come al solito, decideremo giorno per giorno,
ma ci prefiggiamo l'obiettivo di arrivare a Bamberg il giorno del nostro Anniversario.
Arriviamo a Füssen venerdì 11 nel primo pomeriggio, con l'idea di parcheggiare da qualche parte e partire subito,
ma un potente e prolungato acquazzone ci fa desistere dall'idea e quindi, a casaccio,
cerchiamo un “rifugio” per la notte, poi l'indomani si vedrà.
Capitiamo, in macchina, nei pressi dell'Hopfen See, bel laghetto a 5 km dal caos di Füssen, dove scoviamo un bell'albergo, isolato, un po' caruccio,
anzi il più caro di tutto il giro, ma posto ideale per lasciare l'auto fino al nostro ritorno.
Col senno di poi, l'acquazzone del venerdì ci ha aiutato a scegliere....

Sabato 12 agosto iniziamo quindi, sotto un cielo plumbeo, ma con molto entusiasmo, la nostra “calata” verso nord, aggiungendo al percorso della Romantiche Strasse i 5 km (facili)
che ci separano da Füssen e senza sapere con esattezza quale sarà la data del ritorno.
Passano le ore e ci chiediamo, sempre più spesso:-”ma non doveva essere tutto in costante leggera discesa?”
In questa occasione, altre alle borse sulla bici (circa 10 kg), porto anche uno zaino (altri 10 kg) pieno di robe sue (di mia moglie) e su certe rampe con pendenze in doppia cifra e con tale fardello sulle spalle, devo impegnarmi non poco anche perchè, da vecchio ciclista “muscolare”, fatico a digerire i ciclo-assistiti che affrontano tali pendenze come se niente fosse e quindi tenerli dietro è un bel dispendio di energie ma anche un bell'allenamento. Wink Cool
A Schwangau “saltiamo” i famosi Castelli di Neuschwanstein e Hohenschwangau perchè già visitati in passato.
Folla enorme e code lunghissime! Non ci saremmo fermati comunque....
Arriviamo a Schongau dopo 68 km, compresa la raccomandata deviazione alla Wieskirche, con 600 m di dislivello nelle gambe.
Centro appollaiato su una collina, bello ma deserto.
Il motivo è una Festa Bavarese nella sottostante Festplatz dove si mangia e si sbevazza, quindi scelta obbligatoria per la cena. Wink

Il secondo giorno riprendiamo la nostra “discesa” verso nord e terminiamo la tappa poco prima di Ausburg (Augusta) dato che, dopo 90 km, il 50% della comitiva sentiva il bisogno di fermarsi. Mr. Green
Un dispersivo sobborgo di nome Kissing che non figura come punto tappa nelle descrizioni classiche.
Qui, una gentile signora, a nostra specifica domanda, prende la bici e, facendoci da “navigatore”, ci accompagna nell'unico Hotel della zona.

Il giorno successivo, transitati per la caotica Ausburg, arriviamo a Donauwörth,
bellissimo borgo situato alla confluenza del Wörnitz nel Danubio.
Troviamo alloggio, in pieno centro storico, all'Hotel am Ried, gestito da italiani,
incredibilmente il migliore in assoluto di tutto il nostro giro.
Qua è pieno di connazionali e, quindi, decidiamo di passare una serata all'insegna del Tricolore.
Pizzeria e gelateria. Siamo stati bene, oltre le aspettative!

Il giorno di Ferragosto, ci rimettiamo in sella con l'idea di arrivare a Dinkelsbühl e con la preoccupazione di trovare alloggio facilmente
perchè il numero di turisti in questi giorni ed in queste località è notevole.
Nonostante la giornata, per i miei gusti, caldissima (31°), arriviamo alla destinazione prefissataci, Dinkelsbühl,
uno dei borghi più pittoreschi della Strada Romantica con le sue 18 torri, un po' rovinato, a mio giudizio,
dall'inesistenza di una zona pedonale esclusiva, cosa questa riscontrata quasi dappertutto.
Macchine che passano in continuazione, seppur pianissimo, rovinano lo spettacolo del centro storico.
Neanche farlo apposta, capitiamo nel bel mezzo del Summer Breeze Open Air, famoso Festival di musica Metal
che si tiene annualmente a Dinkelsbühl e la cittadina è letteralmente invasa da questa particolare
ma simpatica fauna che è il popolo dei Metallari.
Facciamo un po' fatica a trovare alloggio ma, alla fine, riusciamo a sistemarci all'Hotel Romantica
ed a goderci una sana cenetta bavarese sul viale principale del centro.

Il quinto giorno decidiamo di fare tappa a Rothenburg ob der Tauber, uno dei più bei centri di tutta la Romantische Strasse.
Fra le altre cose, qua si trova il “Kathe Wohlfahrts Weinhnachtsdorf” che offre tutto l’anno il più grande assortimento di decorazioni natalizie tedesche.
Non oso immaginare come può essere in occasione dei Mercatini di Natale..... Shocked Shocked
Periodo di feste un po' ovunque questo, e qua a Rothenburg c'imbattiamo nella Festa del Vino.
Molte vie e viuzze sono arredate con tavoli e panche che, alle 18, sono già strapiene di persone che mangiano e bevono allegramente.
Si beve solo vino però e, pur essendo terra anche di ottimi vini, io son salito (o sceso?) fin qua
per ovviare alla mia cronica carenza di malto, pertanto cerchiamo un locale che serva birra bavarese, per proseguire la mia “cura”. Laughing Laughing

Dopo aver fatto tappa a Tauberbischofheim (difficile da scrivere ma ancora più difficile da pronunciare), piccolo e tranquillo borgo,
con un centro carino, il settimo giorno arriviamo a Würsburg, capolinea-nord della Romantiche Strasse.
Adagiata sul fiume Meno (Main) è una delle città più antiche della Baviera e, come tutti i centri grossi, è molto trafficata.
Vi sostiamo per il pranzo ma poi, non senza qualche difficoltà nel trovare la strada giusta, giramo le ruote verso Est in direzione di Bamberg.
La nostra “discesa” verso Nord è terminata dopo 480 entusiasmanti km!
Del paventato vento contrario nemmeno l'ombra, mentre per quanto riguarda la “costante e leggera discesa” abbiamo accumulato 3000 m di dislivello.
Il sabato 19 agosto, come prefissatoci, arriviamo finalmente a Bamberg,
bellissima cittadina dell'Alta Franconia (Oberfranken) nella Baviera del nord, famosa, fra le altre cose, per essere la “Città della Birra”.
Il suo centro storico, stupendamente conservato, è stato dichiarato Patrimonio dell'umanità dall'Unesco.
Un tempo esistevano più di 60 birrifici solo in città, mentre ora ce ne sono “solo” 9
fra i quali la Brauerei Spezial nella Obere Konigstrasse dove ci siamo recati su indicazioni di nostro figlio il quale,
prima della nostra partenza mi ha fatto leggere “Birra in Franconia-Diario di viaggio alla riscoperta della tradizione brassicola francone” di Manuele Colonna.
Utilissimo per chi vuole farsi un'idea di cosa significa la Birra da queste parti.
Purtroppo troviamo chiuso per ferie, quindi niente preventivato assaggio pomeridiano della famosa Rauchbier, la birra affumicata,
nonché della Ungespundet, altra chicca della Spezial.
Ci rifaremo a cena, nell'ottimo Biergarten dell'Hotel dove abbiamo trovato alloggio, in pieno centro,
festeggiando degnamente il nostro Anniversario.
Dopo cena, non poteva mancare un ottimo gelato italiano nel centralissimo Ice Caffè Bassanese, dove conosciamo Marco,
figlio della Francesca Caneva (“La sub-alpina”) la quale, avendo letto su FB del nostro ciclo-viaggio,
ci aveva scritto di portare i saluti a suo figlio.

Il giorno successivo, salutata Bamberga, con l'intenzione di ritornarci prima o poi, cominciamo la “risalita” verso sud
decidendo di seguire il Main-Donau Kanal, un lungo canale navigabile che collega il Meno al Danubio.
La sera, alloggiati in un Hotel-Garnì di un sobborgo di Fürth
con uno di quei nomi che ti s'intortola la lingua a cercare di pronunciarli (Unterfarrnbach),
scopriamo amaramente che l'unico Biergarten del paese è chiuso e non c'è nessun altro ristorante nella zona. Evil or Very Mad
Ci tocca una passeggiata di un paio di km per trovare l'unico punto di ristoro che, porcaccia miseria, è un Mc Donald.
Non avendo altra scelta, dobbiamo adattarci..... Evil or Very Mad
Unica sera di tutta la vacanza in cui mi è toccato di bere acqua minerale,
l'alternativa era Coca Cola, rischiando seriamente una crisi d'astinenza.
Averlo saputo, tiravamo avanti!

Il punto tappa successivo, lo scegliamo dopo aver notato, sulla cartina, un paese dal nome invitante: Weissenburg. Very Happy
Bel centro con le tipiche case a graticcio, compreso il nostro Hotel, pieno di ciclo-turisti perlopiù assistiti.
Siamo fuori dalle classiche rotte turistiche, ma i viaggiatori a pedali li trovi un po' ovunque vista la fitta rete di ciclovie.
A cena faccio ampiamente onore al nome del paese, rifacendomi anche della sera precedente. Laughing

Martedì 22 agosto chiudiamo l'anello superiore del nostro giro, incrociando il percorso dell'andata a Donauwörth,
dove sostiamo per il pranzo in riva al Danubio e poi, da qui, seguiamo il fiume verso ovest fino a Dillingen am der Donau.
A questo punto, malgrado il “programma” iniziale prevedesse di andare ad ovest fino ad Ulm,
città natale di un certo Albert Einstein, ricominciamo a scendere verso sud.
Per chiudere l'anello basso dell'itinerario ce la prendiamo molto comoda, con un paio di tappe brevi,
per gustarci l'ameno paesaggio collinare con i monti dell'Algovia sullo sfondo.

Il venerdì 25 agosto, ultimo giorno di questa entusiasmante ciclo-vacanza, arriviamo in riva all'Hopfersee
dove decidiamo di fermarci un po' per qualche ora di relax lacustre, quasi a voler ritardare il più possibile l'arrivo alla macchina.
L'auto è di fronte a noi sull'altra sponda del lago quindi, quando decidiamo di ripartire, siamo a destinazione in poco meno di mezz'ora.

CONSIDERAZIONI

Soddisfazione enorme per essere riuscito a “guidare” mia moglie per quasi 1000 km e per due ininterrotte settimane.
Per lei una vera impresa.
Avesse saputo che anche i professionisti del Giro d'Italia, dopo una settimana,
si fanno un giorno di riposo, forse sarebbe andata diversamente..... Laughing
In 14 giorni, in bici, non abbiamo mai preso una goccia d'acqua.
In 14 giorni non abbiamo mai sentito un clacson di automobilisti spazientiti.
Se ti arrivano da dietro, aspettano pazientemente che nell'altro senso non arrivi nessuno
e poi ti sorpassano andando sull'altra corsia, come se sorpassassero un'altra macchina.
Se ti vedono fermo a consultare la cartina, addirittura si fermano per chiedere se hai bisogno di indicazioni.
Tutto come da noi!!

REPORT FOTOGRAFICO

1- 2- 3- 4-

1- Il nostro primo albergo, appollaiato su una collinetta soprastante il lago Hopfer. Partiremo da qui il giorno dopo
2- L'arrivo a Schwangau. Sosteremo solo il tempo necessario per due foto.
3- Il bel centro di Schongau
4- Il piacere di pedalare in totale relax


5- 6- 7- 8- 9-

5- Il bellissimo centro di Landsberg sul fiume Lech. Ci siamo concessi una lunga sosta con adeguato “rifornimento”
6- Scorcio di Donauwörth
7- Sosta pranzo e piacevole rinfresco a Nördlingen
8- Nido di cicogne a Nördlingen
9- Dinkelsbühl


10- 11- 12- 13- 14- 15-

10- Rothenburg ob der Tauber. La Ratstrinkstube, uno degli edifici più noti di Rothenburg.
Le due finestre con figure che compaiono a destra e a sinistra dell’orologio, si aprono ogni ora tra le 11.00 e le 15.00 e tra le 20.00 e le 22.00. Una ridda di braccia alzate a sostegno di telefonini e quant'altro, allo scadere dell'ora, invade la piazza per filmare o fotografare il “Meistertrunk”, la “bevuta eccellente”.
11- Rothenburg ob der Tauber. Il suggestivo, e libero, camminamento lungo le mura della città
12- Rothenburg ob der Tauber. Il Plönlein (Piccola piazza), uno degli angoli più fotografati.
13- Nel piccolo borgo di Röttingen
14- Röttingen. Sosta fuori paese per la “ricarica” giornaliera
15-Tauberbischofheim.


16- 17- 18-

16- Oche sulla Ciclabile
17- Würzburg- Capolinea nord della Romantische Strasse
18- Dettenbach. Piacevole passeggiata post-cena sotto una leggera pioggia

19- 20- 21- 22-
23-

19- Dettenbach. Partenza
20- BAMBERG. L’Oberebrucke, il ponte alto, e la pittoresca casa Rottmeister sospesa sull’acqua
21- BAMBERG. Il famoso birrificio Brauerei Spezial. Purtroppo chiuso per ferie.....
22- BAMBERG. Sull'Oberebrucke.
23- BAMBERG. Festeggiamo degnamente il nostro Anniversario con una cenetta “leggera”, annaffiata degnamente con la particolare Rauchbier. Qua l'estremismo alimentare, tanto in voga da noi, non credo faccia molti proseliti.


24- 25- 26- 27-

24- Lungo il Main-Donau Kanal. Percorso quasi interamente sterrato, ma molto comodo.
25- Piacevole passaggio da Forchheim
26- Ancora lungo il Main-Donau Kanal. Ogni tanto passano questi enormi alberghi galleggianti.
27- Weissenburg, un nome una garanzia.


28- 29- 30- 31- 32-

28- Partenza da Weissenburg.
29- Dillingen a. d. Donau
30- A Dillingen salutiamo il Danubio e puntiamo decisamente a sud
31- Pausa rifornimento “carburante”. Ho scoperto di avere un motore che consuma più di una Ferrari.
32- Rifornimento serale. Queste birre speciali da 0.50 l costano circa la metà delle birre medie (0.40 l) industriali, le cosiddette “birre morte”, che si bevono nelle nostre pizzerie.
Impossibile fermarsi alla prima media...... Laughing Laughing

33- 34- 35- 36- 37-

33- Una simpatica “area-sosta”
34- Marktoberdorf. La nostra ultima dimora bavarese.
35- Di fronte a noi, s'incominciano a vedere i profili dei monti dell'Algovia
36- Ultimi su-e-giù prima di arrivare al “nostro” lago
37- Hopfersee. Ci concediamo un paio d'ore di relax lacustre, prima di arrivare alla macchina che ci attende sulla sponda opposta.

_________________
"Le azioni più straordinarie sono quelle semplici e spontanee" (Grizzly 1-5-2010)
Top
Profilo Invia messaggio privato

sergio63 Rispondi citando



Registrato: 28/12/07 01:34
Messaggi: 1312
Luogo di residenza: Bleggio (TN)

MessaggioInviato: Mar Set 12, 2017 23:22    Oggetto:
 
bel...bel Very Happy bravi!

se vuoi una bottiglia di rauchbier della spezial dovrei averne ancora una per ricordo in cantina... Wink

io però ci son andato in macchina Embarassed
Top
Profilo Invia messaggio privato

Valentino_52 Rispondi citando



Registrato: 21/02/06 09:49
Messaggi: 7223
Luogo di residenza: TRENTO

MessaggioInviato: Mer Set 13, 2017 8:24    Oggetto:
 
sergio63 ha scritto:
bel...bel Very Happy bravi!

se vuoi una bottiglia di rauchbier della spezial dovrei averne ancora una per ricordo in cantina... Wink

io però ci sono andato in macchina Embarassed


Grazie, ma se è un ricordo va conservata Wink
Andarci in macchina c'è il vantaggio che si può fare una bella scorta,
mentre io mi son dovuto accontentare di consumare in loco Very Happy
_________________
"Le azioni più straordinarie sono quelle semplici e spontanee" (Grizzly 1-5-2010)
Top
Profilo Invia messaggio privato

Leo Rispondi citando



Registrato: 27/01/07 17:31
Messaggi: 5113
Luogo di residenza: Zoldo

MessaggioInviato: Mer Set 13, 2017 15:44    Oggetto:
 
Grazie del Contributo!

Sempre avanti!! Very Happy Very Happy
_________________
"..... tutta questa ghiaia sparpagliata fin sul baratro estremo di tutti gli appoggi che da l’idea del perenne e inevitabile movimento verso valle al quale non vorresti partecipare.. se possibile! " ...(da "Spiz ® e otoliti" di G.B.)
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail

Angelo Bon Rispondi citando



Registrato: 18/12/06 13:26
Messaggi: 745
Luogo di residenza: Mogliano Veneto

MessaggioInviato: Gio Set 14, 2017 8:40    Oggetto:
 
Che girazzo, complimenti, soprattutto alla femmina!
_________________
oh?!
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Montagna oltre lo scialpinismo
Pagina 1 di 1

Choose Display Order
Mostra prima i messaggi di:   
User Permissions
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi

 
Vai a:  
Servizi di Hosting SinerWeb