FAQHome   FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   AlbumAlbum    Over The Top 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 
 
se andiamo avanti di sto passo...

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Speaker's corner

paoloche Rispondi citando



Registrato: 09/03/06 11:17
Messaggi: 449
Luogo di residenza: Padova

MessaggioInviato: Mer Feb 14, 2018 0:41    Oggetto: se andiamo avanti di sto passo...
 
Domenica la parte finale del bel giro semplice e divertente sul monte Pecol
http://thetop.it/index.php?page=view_abs&n_abs=26610&visto=yes
finiva con la classica scivolata sulla strada innevata della val S. Nicolo'.
Come ricordato sul report la strada fino a pochi anni fa era infestata dalle
motoslitte che portano clienti alle baite della parte alta della valle. Ora, almeno,
il comune ha regolamentato la percorrenza: le motoslitte sono limitate alla
fascia oraria 12-14; non e' del tutto chiaro se in tale orario la percorrenza
da parte di altri e' vietata (nel cartello non appare un divieto esplicito).
Bene, al termine della gita noi eravamo arrivati alla strada dopo le 12 per
cui in orario motoslitte. Buona ragione per andar giu' con una certa
prudenza senza andare sparati. Io peraltro ero l'ultimo degli 8.
Tutto tranquillo dunque? Mncplczz! La strada era percorsa da parecchi
pedoni oltre a vari scialpinisti che salivano (loro) ordinatamente sul lato.
Ad un certo punto ho incontrato un gruppo di pedoni che occupavano
tutta la sede con due in particolare leggermente scostati posti ad una
distanza laterale tra di loro di un metro e mezzo circa, giusto quanto
bastava per impedirmi di passare. Non veloce, ho gridato: "Attenzione"
pensando che il tipo piu' vicino al bordo strada potesse semplicemente
spostarsi di mezzo metro e lasciarmi la possibilita' di passare. Invece
come un ossesso si e' messo a gridare (purtroppo con inconfondibile
accento da Veneto di pianura, un conterraneo quindi) inveendo contro
di me chiudendomi oltremodo il passaggio e puntandomi un pugno contro.
Non avendo piu' alternativa (o addosso al tipo o fuori strada ad abbracciare
abeti rossi) ho alzato anch' io il braccio a difesa e fortunatamente il tipo,
pur grosso, ha pensato bene che uno in movimento tanto bene non gli
avrebbe fatto e si e'spostato quel minimo che mi ha permesso di passare
senza danno. Ma non si rendeva conto che se mi faceva andar fuori strada
mi potevo veramente fracassare? O che se lo beccavo in pieno ci saremmo
scassati entrambi? E che un arresto improvviso, dato il
suo atteggiamento, era l'ultima cosa che mi poteva passar per la testa?
Insomma tutta l'aggressivita' e la conflittualita' di pianura e citta'
ce la stiamo ritrovando in montagna. In una stupenda e tranquilla giornata
di sole e neve e in un ambiente meraviglioso.
Top
Profilo Invia messaggio privato

Denali Rispondi citando



Registrato: 06/04/05 14:59
Messaggi: 2355

MessaggioInviato: Mer Feb 14, 2018 16:17    Oggetto:
 
Su stradine frequentate cerco di "fermarmi o quasi" ben prima di avvicinarmi a chiunque ... e lo faccio prima possibile per evitare di spaventare con i grattoni di lamine. Stesso discorso in MTB. Infatti mentre si cammina tranquillamente non è piacevole essere sorpresi da qualcuno che arriva in velocità, anche se (lui!) sa di essere in pieno controllo.
E comunque in caso di collisioni temo che la responsabilità sia di chi sopraggiunge in velocità e non di chi passeggia.
Basta poco per non rovinarsi la giornata con gente rissosa ... e magari non doversi poi lamentare se appaiono dei divieti (dubito ai camminatori!) in caso di difficile convivenza, vedi anni fa con le MTB interdette su molti sentieri.

Sia chiaro, prescindo dall'episodio specifico a cui non ho assistito, ma parlo in generale. Evitiamo le contrapposizioni, una faccia una razza: amanti della montagna d'inverno Very Happy
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail

red Rispondi citando



Registrato: 11/01/07 17:38
Messaggi: 265
Luogo di residenza: civezzano (TN)

MessaggioInviato: Mer Feb 14, 2018 17:56    Oggetto:
 
mah, secondo me i pedoni hanno sempre la precedenza, che io sia in sci o in bici, mi fermo e li faccio passare. se poi sono su percorsi frequentati come la val san nicolò, ancora di più. arrivare anche piano e annunciarsi con un "attenzione" non è il massimo della convivenza. se poi qualcuno prima di te era passato un po' troppo veloce, fai tu le spese della maleducazione di altri.
e poi non è detto che se vado a farmi una passeggiata su per una stradina innevata e chiusa al traffico devo stare attento a tutto, e occhio che ci sono anche i sordi.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail

paoloche Rispondi citando



Registrato: 09/03/06 11:17
Messaggi: 449
Luogo di residenza: Padova

MessaggioInviato: Mer Feb 14, 2018 18:39    Oggetto:
 
capisco il vostro punto di vista e concordo ad esempio per quanto
riguarda le bici su mulattiera. Nel caso specifico, il cartello che regola
la fascia oraria delle motoslitte prevede espressamente tutte le tipologie
di escursionisti: scialpinisti, ciaspolari e slittini (che scendono e magari
veloci). Non ricordo ( ma e'inessenziale) se distingue ciaspolari da pedoni.
Se conoscete la strada e' abbastanza larga da permettere la convivenza
di tutti. Se pero' un gruppo si dispone in modo tale da bloccare il passaggio
di altri la cosa non funziona piu'. Se poi quello ti aggredisce pure, non so
se vorrei avere la sua "stessa fazza". A pochi chilometri di distanza,
lungo la val di Fassa, esiste un potenziale probema analogo estivo: una
ciclo-pedonale asfaltata che fa si' che i ciclisti (in discesa) scendano
a tutta. In quel caso i pedoni hanno espressamente indicato dove dovrebbero
stare ( ai lati) e, anche se in genere non lo fanno mai, si spostano
quando intravvedono un ciclista. Io, se la percorro a piedi,
tengo gli occhi aperti e non mi sognerei mai di pararmi davanti ad un ciclista
perche' mi rompe le palle che lui stia scendendo veloce. E difatti non mi e'
mai successo le volte che l'ho percorsa in bici. Forse il rapporto
bici-pedone su strada ( ancorche' non automobilistica) risente di una
sorta di gerarchia cittadina (errata) per cui il pedone non passa in
presenza di una bici nemmeno se lui e' sulle strisce. Sulla strada
innevata, invece, liberi tutti.
Concordo comunque che in caso di incidente lo sciatore passerebbe quasi
automaticamente dalla parte del torto per come vanno le cose in Italia
e che, dato che le regole in zone turistiche vengono fatte sulla base
della numero e del tipo di frequentatori, dato che i pedoni si pensa siano
di piu', in caso di conflitto si rischia che ti vietino la strada agli sci.
Ergo la prossima volta mi tocchera' andar ancor piu' piano (non dico cambio
gita, in quanto strada a parte, non avevamo trovato nessuno)
Top
Profilo Invia messaggio privato

frenko Rispondi citando



Registrato: 25/03/05 15:12
Messaggi: 54
Luogo di residenza: padova

MessaggioInviato: Gio Feb 22, 2018 16:21    Oggetto:
 
i pedoni hanno la precedenza, soprattutto in relazione a persone che hanno velocità molto superiori ( sci in discesa e MTB). è buonissima norma fermarsi e lasciare passare, anche per non generare improvvise paure quando si incontra magari fuori da una curva, una mtb in discesa.
le motoslitte devono essere vietate (eccetto quelle per lavoro no taxi,o soccorso) come l'eliski.
frenko
Top
Profilo Invia messaggio privato

fabbrissimo Rispondi citando



Registrato: 16/04/05 14:55
Messaggi: 1394
Luogo di residenza: bolzano

MessaggioInviato: Gio Feb 22, 2018 21:54    Oggetto:
 
Evil or Very Mad Twisted Evil

In zone montagna/alpi nn esiste nulla di piu nefido e odioso della orribile e indecente PUZZA DI MOTOSLITTE


_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato

ste Rispondi citando



Registrato: 07/04/05 16:05
Messaggi: 6159
Luogo di residenza: Portus Naonis

MessaggioInviato: Gio Feb 22, 2018 23:57    Oggetto:
 
e quando nemmeno rallentano sulle forestali lanciati a tutta velocità come fosse casa loro Question Exclamation Evil or Very Mad
_________________
.
> Far from the Madding Crowd
.
♡ So many mountains, so little time...
.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail

paoloche Rispondi citando



Registrato: 09/03/06 11:17
Messaggi: 449
Luogo di residenza: Padova

MessaggioInviato: Ven Feb 23, 2018 0:23    Oggetto:
 
fabbrissimo ha scritto:
Evil or Very Mad Twisted Evil

In zone montagna/alpi nn esiste nulla di piu nefido e odioso della orribile e indecente PUZZA DI MOTOSLITTE


Concordo al 100%. Purtroppo nella stada citata non sono motoslitte
private che scorazzano, ma motoslitte col trenino di vagoni
per portare clienti pigri ai vari rifugi. Tutto sommato il fatto che il comune
di Pozza abbia regolamentato i tempi di percorrenza ( li'e nella strada
per il Gardeccia) e'da vedere come un bicchiere mezzo pieno.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Speaker's corner
Pagina 1 di 1

Choose Display Order
Mostra prima i messaggi di:   
User Permissions
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi

 
Vai a:  
Servizi di Hosting SinerWeb