FAQHome    FAQFAQ    CercaCerca    Lista utentiLista utenti    GruppiGruppi    AlbumAlbum    FAQPrivacy Over The Top 
  ProfiloProfilo    Messaggi privatiMessaggi privati    Log inLog in 
 
gravissimo incidente

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Speaker's corner

Capitano Rispondi citando



Registrato: 26/03/05 10:27
Messaggi: 1042
Luogo di residenza: Pergine (Trento)

MessaggioInviato: Sab Dic 02, 2006 20:06    Oggetto: gravissimo incidente
 
(ANSA) - BOLZANO, 2 DIC - Due alpinisti sono morti oggi sotto una valanga di ghiaccio in Val di Vizze, una laterale della val d'Isarco, non lontano da Vipiteno. Sono in corso le operazioni di recupero delle due vittime. L'incidente si e' verificato a 2.900 metri di quota, sulla Forcella di Gries, a cavallo del confine con l'Austria. I due alpinisti stavano salendo lungo la parete nord quando si e' staccata la massa di ghiaccio che li ha investiti. L'allarme e' stato dato da altri alpinisti.


Chi sa qualcosa?

capitano
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage

paolo Rispondi citando



Registrato: 28/03/05 21:16
Messaggi: 1975
Luogo di residenza: Bolzano

MessaggioInviato: Sab Dic 02, 2006 20:28    Oggetto: Re: gravissimo incidente
 
I due sfortunati erano di Campo di Trens e di Racines. Facevano parte di un gruppo di 7 alpinisti che stavano risalendo la parete nord del Hochferner (satellite del Gran Pilastro) quando sono stati investiti da una scarica di ghiaccio. Per due di loro non c’è stato purtroppo nulla da fare, gli altri 5 pare se la siano cavata con lievi danni e sono già stati dimessi dall’ospedale.

Per chi sa il tedesco, ecco cosa ne scrive il quotidiano altoatesino di lingua tedesca “Dolomiten” sul suo sito www.stol.it:

Zwei Südtiroler von Eislawine mitgerissen: Tot

Der 27-jährige Andreas Kaser aus Freienfeld und der 34-jährige Alexander Volgger aus Gasteig in der Gemeinde Ratschings sind am Samstag Vormittag bei einem schweren Freizeitunfall im Pfitschertal tödlich verunglückt. Die zwei Bergsteiger wurden kurz nach neun Uhr auf 2.800 Metern von einer großen Eislawine erfasst, mitgerissen und getötet.
Die sieben Kameraden trafen sich am Samstag um fünf Uhr früh in Sterzing und fuhren zusammen ins hinterste Pfitschertal. Dort bildeten sie drei Seilschaften und stiegen in die Griesferner-Nordwand, die sich neben dem Hochfeiler im Grenzgebiet zu Österreich befindet, ein.

Auf 2.800 Metern um kurz nach neun Uhr passierte dann das Unglück. Plötzlich lösten sich aufgrund der Wärme große Eismassen und erfassten alle drei Gruppen. Ein Bergsteiger wurde komplett verschüttet und wurde eine halbe Stunde später unter einer 1,5 Meter dicken Eisdecke geborgen. Der eingetroffene Arzt konnte nur mehr den Tod feststellen.

Der zweite Tote wurde von den Massen 20 Meter mitgerissen und blieb frei im Seil hängen. Die nachfolgenden Eisbrocken ließen ihm aber keine Überlebenschance. Er wurde vom Hubschrauber geborgen und ins Hochferner-Biwak gebracht.

Die anderen Alpinisten, darunter zwei junge Männer aus dem Sarntal, wurden gerettet und mit dem Hubschrauber ins Krankenhaus eingeliefert. Sie haben das Spital bereits wieder verlassen.

Thomas Keim - Pressesprecher des Bergrettungsdienstes Sterzing - betonte, dass es sich bei den zwei tödlich Verunglückten um erfahrene Bergsteiger handelte. Sie hätten die Tour, wie auch die anderen Bergsteiger der heutigen Gruppe, schon öfters gemacht.

Der Hochferner ist aber für seine schwierigen Nordanstiege mit seinen steilen Gletscherstufen bekannt. „Die Eiswand ist im Moment schwieriger als in der restlichen Zeit, vor allem wegen des blanken Eises. Die Temperaturen sind zu hoch für die Jahreszeit und deshalb fehlt die Firnschicht“, so Keim. Vermutlich deshalb sind auch die Eismassen abgebrochen, die den Wipptaler Bergsteigern zum Verhängnis wurden.

Samstag, 2. Dezember 2006
_________________
paolo chiti
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail

enrico r. Rispondi citando



Registrato: 06/04/05 15:03
Messaggi: 2610
Luogo di residenza: Padova

MessaggioInviato: Dom Dic 03, 2006 1:22    Oggetto: Re: gravissimo incidente
 
paolo ha scritto:


Per chi sa il tedesco, ecco cosa ne scrive il quotidiano altoatesino di lingua tedesca “Dolomiten” sul suo sito www.stol.it:




Paolo, porta pazienza con i non tedescofoni. Puoi riassumere in 2-righe-2 la sostanza dell'articolo? E' un problema di temperatura eccessivamente alta che ha fatto crollare seracchi dell'Hochferner? oppure c'è anche altro?


Sono passato in aereo lì sopra mercoledi scorso e mi è sembrato che da una certa quota in sù non mancasse la neve recente. Può essere questa la causa dell'incidente?
_________________
enrico r.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail

CesareCT Rispondi citando



Registrato: 28/04/06 09:42
Messaggi: 685
Luogo di residenza: Pordenone

MessaggioInviato: Dom Dic 03, 2006 18:52    Oggetto:
 
Ecco quanto riporta il Gazzettino di oggi:

Domenica, 3 Dicembre 2006

In val di Vizze (Bolzano), durante l’ascensione alla parete nord della Croda Alta, si è staccato un lastrone di ghiaccio
Seracco sugli scalatori, due vittime


Bolzano
Sulle Alpi e sulle Dolomiti la neve in questo periodo dell'anno è ancora merce rara. Ma questo non ha impedito che la montagna facesse ieri due vittime travolte da una valanga formata da lastroni di ghiaccio, un seracco.

Tutto è successo a metà mattinata sulla parete nord della Croda Alta, a poco meno di 3 mila metri di quota. La zona è quella della Forcella di Gries, poco distante dal confine con l'Austria e la Zillertal, in val di Vizze, nei pressi di Vipiteno.

I morti sono due alpinisti altoatesini - Andreas Kaser, 27 anni di Campo di Trens, e Alexander Volgger, 34 anni di Casateja, una frazione di Racines - considerati esperti e che già altre volte sono saliti in vetta alla Croda Alta dal versante nord, quello dove non batte il sole e dove il ghiaccio si forma più rapidamente e resiste più a lungo.

Si tratta di una escursione difficile ma certo non impossibile, è una arrampicata su ghiaccio con scarponi chiodati e attezzatura speciale. Oltre ai due morti vi sono stati anche due feriti, anche loro altoatesini, nessuno dei quali è però grave. I feriti sono stati trasferiti in elicottero all'ospedale di Vipiteno.

La causa della disgrazia - ha spiegato Thomas Keim, portavoce del soccorso alpino di Vipiteno BRD, il Bergrettungsdienst - è abbastanza semplice: troppo caldo. In questo periodo, con queste temperature troppo elevate, i ghiacci non hanno la giusta consistenza. Il distacco di qualche lastra è dunque possibile. Ed ora è successo. Inoltre la situazione per chi sale è ancora più difficile non essendoci neve che in qualche modo copre il ghiaccio rendendolo meno scivoloso.

Il distacco dei lastroni è avvenuto mentre stavano salendo tre cordate con sette alpinisti in tutto. Tutta gente esperta, tutti altoatesini che conoscono queste montagne come le loro tasche. Ma tutto è stato inutile. I blocchi di ghiaccio hanno travolto uno scalatore facendolo volare per una ventina di metri pur restando attaccato alla corda di sicurezza. L'altro componente la cordata è stato investito in pieno e sepolto dal ghiaccio. I due feriti sono stati invece fortunatamente solo raggiunti da qualche blocco in caduta.

L'allarme è stato dato dai compagni che hanno anche prestato i primi soccorsi. Sul posto sono arrivati rapidamente gli uomini del soccorso alpino di Vipiteno e Colle Isarco, del CAI e della Guardia di finanza oltre a due elicotteri. Ma non hanno potuto fare altro che portare a valle le salme delle vittime ed i feriti.



A parte il fatto che non è la montagna che ha fatto 2 vittime ma è che ci sono stati 2 uomini che sono morti in montagna (punti di vista) c'è da dire che forse, se avessero sentito le continue segnalazioni di fluto sul caldazzo anomalo di questo ultimo mese magari ci avrebbero riflettuto su un attimo di più giusto per capire che non era il momento adatto per quella salita...

comunque sia pace all'anima loro.
_________________
Sulla neve farinosa si fluttua,
sulla neve trasformata si gioca a biliardo,
sulla crosta......si prende atto!
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail

espo Rispondi citando



Registrato: 03/01/06 10:28
Messaggi: 3087
Luogo di residenza: trieste

MessaggioInviato: Dom Dic 03, 2006 20:13    Oggetto: Re: gravissimo incidente
 
paolo ha scritto:
I due sfortunati erano di Campo di Trens e di Racines.


non ho tempo di tradurre tutto quanto l'articolo. mi sono fermato alla parola

griessferner.

il griessferner è la colata parallela all'hoch ferner e finisce praticamente sempre sulla stessa cima. (hochferner nome italiano cima grava)

è una via di ghiaccio sempre considerata molto pericolosa per scariche di seracchi.

i seracchi cadono per gravità ........... Crying or Very sad
_________________
massimo

Velebit ciol Velebit dà
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage Yahoo MSN

paolo Rispondi citando



Registrato: 28/03/05 21:16
Messaggi: 1975
Luogo di residenza: Bolzano

MessaggioInviato: Dom Dic 03, 2006 20:54    Oggetto: Re: gravissimo incidente
 
enrico r. ha scritto:
Paolo, porta pazienza con i non tedescofoni. Puoi riassumere in 2-righe-2 la sostanza dell'articolo? E' un problema di temperatura eccessivamente alta che ha fatto crollare seracchi dell'Hochferner? oppure c'è anche altro?

Scusami Enrico, solo ora rientro nel forum e vedo la tua domanda. L’articolo tedesco dice più o meno quanto riporta il Gazzettino.
Per quanto riguarda il motivo del distacco penso che vada ricercato più nei movimenti naturali del ghiaccio. L’incidente si è verificato alle 9.00 a quasi 3000 m di altitudine e per giunta sul versante nord. La temperatura lì era sicuramente sotto lo zero, non siamo mica in estate. Il caldo anomalo secondo me non c’entra nulla, si è trattata di pura e semplice sfortuna, tutto qui.
_________________
paolo chiti
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail

enrico r. Rispondi citando



Registrato: 06/04/05 15:03
Messaggi: 2610
Luogo di residenza: Padova

MessaggioInviato: Lun Dic 04, 2006 11:20    Oggetto: Re: gravissimo incidente
 
paolo ha scritto:
enrico r. ha scritto:
Paolo, porta pazienza con i non tedescofoni. Puoi riassumere in 2-righe-2 la sostanza dell'articolo? E' un problema di temperatura eccessivamente alta che ha fatto crollare seracchi dell'Hochferner? oppure c'è anche altro?

Scusami Enrico, solo ora rientro nel forum e vedo la tua domanda. L’articolo tedesco dice più o meno quanto riporta il Gazzettino.
Per quanto riguarda il motivo del distacco penso che vada ricercato più nei movimenti naturali del ghiaccio. L’incidente si è verificato alle 9.00 a quasi 3000 m di altitudine e per giunta sul versante nord. La temperatura lì era sicuramente sotto lo zero, non siamo mica in estate. Il caldo anomalo secondo me non c’entra nulla, si è trattata di pura e semplice sfortuna, tutto qui.



Grazie Paolo, capisco meglio. In più, se come dice Espo nel messaggio precedente l'incidente è successo sul Griessferner, non sull'Hochferner, i conti tornano purtroppo. Altre due lapidi che sia aggiungono alle molte già presenti nella bellissima (e tristissima) terrazza erbosa poco sotto il bivacco Messner.


Un pensiero per i due poveri ragazzi.
_________________
enrico r.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail

Z Rispondi citando



Registrato: 27/03/06 18:32
Messaggi: 859

MessaggioInviato: Mer Dic 06, 2006 21:34    Oggetto:
 
Purtroppo come al solito si sa poco.
Per quel poco che si sa, anche secondo me in questo caso, più che in altri, si è trattato di sfiga, tanta sfiga.
L'alpinismo su ghiaccio è uno dei più soggetti ai pericoli oggettivi, e i seracchi sono tra i più imprevedibili.
Un pensiero triste per i due sfortunati giovani, sperando che il loro "passaggio" sia stato rapido e indolore...
e un pensiero a chi resta.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Speaker's corner
Pagina 1 di 1

Choose Display Order
Mostra prima i messaggi di:   
User Permissions
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi

 
Vai a:  
Servizi di Hosting SinerWeb