FAQHome    FAQFAQ    CercaCerca    Lista utentiLista utenti    GruppiGruppi    AlbumAlbum    FAQPrivacy Over The Top 
  ProfiloProfilo    Messaggi privatiMessaggi privati    Log inLog in 
 
Cambiamo la scala difficoltà
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Speaker's corner

Valentino_52 Rispondi citando



Registrato: 21/02/06 09:49
Messaggi: 7251
Luogo di residenza: TRENTO

MessaggioInviato: Mer Gen 27, 2010 19:11    Oggetto:
 
gianko ha scritto:
@le ha scritto:

F: Facile
PD: Poco difficile
AD: Abbastanza difficile
D: Difficile
TD: Molto difficile
ED: Estremamente difficile
ABO: Abominevolmente difficile
e poi di seguito. MMSS : Ma Mica Sarai Scemo

SACD : Stattene A Casa Deficiente

Cool


Mr. Green Mr. Green Laughing
Sssst! ehi fratello, non stopicare che qua è roba seria Wink
_________________
"Le azioni più straordinarie sono quelle semplici e spontanee" (Grizzly 1-5-2010)
Top
Profilo Invia messaggio privato

Valentino_52 Rispondi citando



Registrato: 21/02/06 09:49
Messaggi: 7251
Luogo di residenza: TRENTO

MessaggioInviato: Mer Gen 27, 2010 19:20    Oggetto:
 
Condivido molto di quanto è stato scritto,
ma il mio dubbio è che nel DB non tutti scrivano per fare un servizio (tant'è vero che molte valutazioni sono buttate lì a caso)
e che quindi non gliene frega niente di star lì a spulciare fra un'infinità di sigle.
_________________
"Le azioni più straordinarie sono quelle semplici e spontanee" (Grizzly 1-5-2010)
Top
Profilo Invia messaggio privato

gianko Rispondi citando



Registrato: 11/04/06 18:56
Messaggi: 4148
Luogo di residenza: Quebec City

MessaggioInviato: Mer Gen 27, 2010 19:27    Oggetto:
 
Valentino_52 ha scritto:
gianko ha scritto:
@le ha scritto:

F: Facile
PD: Poco difficile
AD: Abbastanza difficile
D: Difficile
TD: Molto difficile
ED: Estremamente difficile
ABO: Abominevolmente difficile
e poi di seguito. MMSS : Ma Mica Sarai Scemo

SACD : Stattene A Casa Deficiente

Cool


Mr. Green Mr. Green Laughing
Sssst! ehi fratello, non stopicare che qua è roba seria Wink
chiedo perdono Embarassed
_________________
Gianko

____________________________

il tempo che passa "piega" solo i pigri....
Top
Profilo Invia messaggio privato

Denali Rispondi citando



Registrato: 06/04/05 14:59
Messaggi: 2402

MessaggioInviato: Mer Gen 27, 2010 20:45    Oggetto:
 
Sono scettico sul cambio tout court. Una nuova scala significa anni di adeguamento, bibliografia obsoleta, tabelle di conversione più o meno arbitrarie... insomma confusione.

Ribadisco, credo che il sottogradare sia figlio della limitatezza della scala a fronte dell'innalzamento del livello tecnico. Uno che ha fatto l'Antelao e l'ha messo ovviamente OSA, poi fa la Rozes e gli viene da mettere meno. Se invece trovava 4 valori metteva l'Antelao ESA e lascia la Rozes a OSA. E se invece insiste a mettere la Rozes a un livello 2 su 4, fa una forzatura molto più grossolana.

Se non fosse per il problema degli attuali declassamenti, la Blachere per me continua ad andare bene. In fin dei conti è una scala di riferimento, non trovo differenza tra dire M B O E invece di F PD D MD ... è solo questione di uso e abitudini (che però sono difficili da cambiare).
Il problema ora è che ci sono delle BSA nettamente più difficli delle OSA, e non per errore ma perchè gli autori soffocano in una scala troppo angusta!


Per Marco ... dubito che sulla A ci siano speranze di recupero (c'è quasi sempre), oramai è una informazione abusata e praticamente inutilizzabile, anche perchè interpretata in modo diverso ... io la intenderei più come dici tu, ma è evidente che per altri indica o una specie di + da aggiungere al grado oppure un monito che l'ambiente è severo o che possono servire i ramponi o ecc ecc.
Proprio ad essere benevoli può essere interpretata come "leggiti bene la relazione" Rolling Eyes


L'ultima modifica di Denali il Mer Gen 27, 2010 20:49, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail

Marco71 Rispondi citando



Registrato: 22/01/06 21:57
Messaggi: 336
Luogo di residenza: Bassano

MessaggioInviato: Mer Gen 27, 2010 20:45    Oggetto:
 
Valentino_52 ha scritto:
Condivido molto di quanto è stato scritto,
ma il mio dubbio è che nel DB non tutti scrivano per fare un servizio (tant'è vero che molte valutazioni sono buttate lì a caso)
e che quindi non gliene frega niente di star lì a spulciare fra un'infinità di sigle.

Questo è il problema principale. Le cose semplici funzionano meglio.
La precisione si può chiedere in una guida. Sul database è sufficientemente indicativo quello che c'è, evitando possibilmente di svalutare gli itinerari ( Arrow l'aggiunta di un grado dovrebbe servire a questo)
_________________
È meglio andare a sciare e pensare a Dio
che andare in chiesa e pensare allo sci.
(Fridtjof Nansen)
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage

ste Rispondi citando



Registrato: 07/04/05 16:05
Messaggi: 6235
Luogo di residenza: Portus Naonis

MessaggioInviato: Mer Gen 27, 2010 22:08    Oggetto:
 
e perché non aggiungere un grado in alto: ESA, e anche una finestrella con S1, S2... Question
non dovrebbe essere troppo complicato, e immagino facile da applicare

capitano, che dici Question Idea
_________________
.
> Far from the Madding Crowd
.
♡ So many mountains, so little time...
.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail

@le Rispondi citando



Registrato: 29/03/05 15:51
Messaggi: 3584
Luogo di residenza: padova

MessaggioInviato: Gio Gen 28, 2010 0:38    Oggetto:
 
E' vero quello che dite e mi rendo conto che il data base è affollato di gente di tutti i tipi che in molti casi probabilmente non ha ne voglia ne cultura nel gradare un itinerario, a sto punto mi sto convincendo che siccome il data base come scopo primario dovrebbe avere quello di riportare le condizioni nivologiche dell'itinerario in un determinato momento e non si dovrebbe prefiggere lo scopo di guida allora a sto punto TOGLIAMO del tutto la valutazione della difficoltà, sarà scopo di chi legge reperirsi le informazioni aggiuntive che gli servono.

Perchè invece non incominciamo qui sul forum (chi ne ha voglia) quando inseriamo un fotoreport (a mio avviso non è nemmeno essenziale che ci siano le foto se uno non ha tempo e voglia, magari ne basterebbe anche solo una) a parlare e descrivere gli itinerari che percorriamo con scale diverse? Non sò se mi sono spiegato ma integrare un foto report con una seppur sommaria descrizione dell'itinerario ed una valutazione della difficoltà potrebbe dare un valore aggiunto notevole alla seppur già molto ricca sezione.

che ne dite?

ciao
_________________
La debolezza ha paura di grandi spazi, la stupidità ha paura del silenzio. Aprite gli occhi e le orecchie, chiudete le radioline, niente rumore, niente grida niente clacson. Ascoltate la musica delle montagne!!

Samivel
Top
Profilo Invia messaggio privato

sergio63 Rispondi citando



Registrato: 28/12/07 01:34
Messaggi: 1334
Luogo di residenza: Bleggio (TN)

MessaggioInviato: Gio Gen 28, 2010 11:06    Oggetto:
 
propenderei anch'io per aprire la scala verso l'alto...

altrimenti ci riempiamo di BS dove però se uno cade si fa male e molto...

la difficoltà degli intinerari di scialpinismo, a differenza di una via di roccia, è molto più dipendente dalle condizioni del momento...
non credo pertanto a scale troppo dettagliate...

la classificazione deve dare un idea di massima poi uno si informa...


resta poi il solito problema del livello di chi da il giudizio...come in roccia...

uno che scia bene manco fa caso a cosa distingue una gita "MS" da una "BS"... ma per uno che è alle prime armi anche 50 m fanno la differenza...

in questo momento giro spesso con i miei figli (che in pista sciano bene...) e noto differenze abissali fra "MS" e "MS"... Wink
Top
Profilo Invia messaggio privato

tom65513 Rispondi citando



Registrato: 16/11/09 11:32
Messaggi: 138
Luogo di residenza: come el Wili...

MessaggioInviato: Gio Gen 28, 2010 20:19    Oggetto:
 
sergio63 ha scritto:
propenderei anch'io per aprire la scala verso l'alto...

altrimenti ci riempiamo di BS dove però se uno cade si fa male e molto...

la difficoltà degli intinerari di scialpinismo, a differenza di una via di roccia, è molto più dipendente dalle condizioni del momento...
non credo pertanto a scale troppo dettagliate...

la classificazione deve dare un idea di massima poi uno si informa...


resta poi il solito problema del livello di chi da il giudizio...come in roccia...

uno che scia bene manco fa caso a cosa distingue una gita "MS" da una "BS"... ma per uno che è alle prime armi anche 50 m fanno la differenza...

in questo momento giro spesso con i miei figli (che in pista sciano bene...) e noto differenze abissali fra "MS" e "MS"... Wink


sopratutto ci sono libri che mettono MS a quasi tutti gli itinerari...

per me se ci son pendenze verso i 45° è almeno BS
Top
Profilo Invia messaggio privato

Marco71 Rispondi citando



Registrato: 22/01/06 21:57
Messaggi: 336
Luogo di residenza: Bassano

MessaggioInviato: Gio Gen 28, 2010 22:25    Oggetto:
 
tom65513 ha scritto:
per me se ci son pendenze verso i 45° è almeno BS

serve proprio una legenda... 40° secondo me sono già un OS.

PS togliere la A sarebbe utile nella ricerca. Se cerco un BS di solito sono interessato anche ad un BSA, al momento devo ripetere la ricerca due volte.
_________________
È meglio andare a sciare e pensare a Dio
che andare in chiesa e pensare allo sci.
(Fridtjof Nansen)
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage

renrav Rispondi citando



Registrato: 23/01/09 23:28
Messaggi: 2805
Luogo di residenza: TN

MessaggioInviato: Gio Gen 28, 2010 22:34    Oggetto:
 
sergio63 ha scritto:
la difficoltà degli intinerari di scialpinismo, a differenza di una via di roccia, è molto più dipendente dalle condizioni del momento...
.............


è proprio questo il punto!!

quoto anche @le, bisogna valutare sempre sul posto (dopo aver cercato delle nozioni di mazzima) della serie se nn vado nn vedo (by robferri)
_________________
non esiste notte tanto lunga che impedisca al sole di sorgere
Top
Profilo Invia messaggio privato

fabbrissimo Rispondi citando



Registrato: 16/04/05 14:55
Messaggi: 1412
Luogo di residenza: bolzano

MessaggioInviato: Ven Gen 29, 2010 1:11    Oggetto:
 
renrav ha scritto:
[(dopo aver cercato delle nozioni di mazzima) della serie se nn vado nn vedo (by robferri)


Razz Razz Razz

hallo mister KK

cos'è adesso .......... anche le Z al posto delle S Question Question Question

Razz Razz Razz

-,,,
Top
Profilo Invia messaggio privato

Valentino_52 Rispondi citando



Registrato: 21/02/06 09:49
Messaggi: 7251
Luogo di residenza: TRENTO

MessaggioInviato: Ven Gen 29, 2010 1:21    Oggetto:
 
Marco71 ha scritto:
tom65513 ha scritto:
per me se ci son pendenze verso i 45° è almeno BS

serve proprio una legenda... 40° secondo me sono già un OS.
.....


Anche secondo me. Wink
Poi le condizioni del momento ...bla...bla...bla... Wink
_________________
"Le azioni più straordinarie sono quelle semplici e spontanee" (Grizzly 1-5-2010)
Top
Profilo Invia messaggio privato

giovannibusato Rispondi citando



Registrato: 09/03/06 16:03
Messaggi: 2158
Luogo di residenza: Paesello

MessaggioInviato: Ven Gen 29, 2010 9:04    Oggetto:
 
Marco71 ha scritto:
tom65513 ha scritto:
per me se ci son pendenze verso i 45° è almeno BS

serve proprio una legenda... 40° secondo me sono già un OS.
PS togliere la A sarebbe utile nella ricerca. Se cerco un BS di solito sono interessato anche ad un BSA, al momento devo ripetere la ricerca due volte.


quoto.. e quoto pure l'orso...
ho l'impressione che dalla disinvoltura con la quale si "trattano" i 45°/50/55° nei post, tutti i migliori skialp siano finiti su ott..!!
ho un dubbione invece che dai 45° in su la frequentazione sia molto più scarsa e si sopravvalutino invece le pendenze intorno ai 35°/40°...!!!!!!

Rispetto alla valutazione mettere o togliere la "A" ha poco senso;
ogni itinerario scialp. può richiedere competenze alpinistiche (vuoi per difficoltà oggettive, vuoi per situazioni momentanee),
quindi la valutazione torna nell'area dello skialp.,
allora la gita diventa più o meno difficile in base a criteri oggettivi:
essenzialmente per la pendenza (che screma subito gli skialp. al momento della lettura dellarelazione),
poi al dislivello (che però uno può affrontare anche col motto:"fin dove arrivo, arrivo),
altro criterio molto importante è la complessità dell'itinerario (orientamento ecc.)
e poi ancora l'esposizione; , i punti d'appoggio..
Io starei su questi standard, per definire le gite da facili a molto difficili.
_________________
giovanni
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail

l'ultima strega Rispondi citando



Registrato: 14/05/09 20:17
Messaggi: 2380
Luogo di residenza: in tutto il mondo

MessaggioInviato: Ven Gen 29, 2010 10:38    Oggetto:
 
giovannibusato ha scritto:
Marco71 ha scritto:
tom65513 ha scritto:
per me se ci son pendenze verso i 45° è almeno BS

serve proprio una legenda... 40° secondo me sono già un OS.
PS togliere la A sarebbe utile nella ricerca. Se cerco un BS di solito sono interessato anche ad un BSA, al momento devo ripetere la ricerca due volte.


quoto.. e quoto pure l'orso...
ho l'impressione che dalla disinvoltura con la quale si "trattano" i 45°/50/55° nei post, tutti i migliori skialp siano finiti su ott..!!
ho un dubbione invece che dai 45° in su la frequentazione sia molto più scarsa e si sopravvalutino invece le pendenze intorno ai 35°/40°...!!!!!!

Rispetto alla valutazione mettere o togliere la "A" ha poco senso;
ogni itinerario scialp. può richiedere competenze alpinistiche (vuoi per difficoltà oggettive, vuoi per situazioni momentanee),
quindi la valutazione torna nell'area dello skialp.,
allora la gita diventa più o meno difficile in base a criteri oggettivi:
essenzialmente per la pendenza (che screma subito gli skialp. al momento della lettura dellarelazione),
poi al dislivello (che però uno può affrontare anche col motto:"fin dove arrivo, arrivo),
altro criterio molto importante è la complessità dell'itinerario (orientamento ecc.)
e poi ancora l'esposizione; , i punti d'appoggio..
Io starei su questi standard, per definire le gite da facili a molto difficili.


Sono essenzialmente d'accordo con tutto ciò, anche se manterrei la gradazione MS, BS, OS e le A. Per i nostri scopi forse conviene specificare, magari con un record a fianco a quello della scala di difficoltà, il grado di pendenza: in Appennino, oltre i 40-45° è sci ripido, che blocca subito chi crede di non avere dette capacità, e secondo me è giusto che sia così. Ovviamente di sono tantissimi fattori (l'esposizione, il periodo in cui si affronta, il versante, le condizioni di assestamento), però tutto ciò può essere specificato nel report della relazione, lasciando anche alla bibliografia la descrizione degli itinerari.

Mi veniva da pensare alla discussione in arrampicata tra classificare una via di 6a: è 6a relativamente solo ad un passo contenuto nella via, o la via è sostenuta progressivamnte su questo grado? La gradazione 6a non la puoi eliminare, ma si può specificare com'è l'andamento della via (passi, sostenuto, costante, ecc.). Lo stesso criterio si potrebbe utilizzare in scialp: dire 40° potrebbe già specificare, e se ci fosse a fianco un continuo, 100m, tutta la discesa, non sarebbe male.

Continuo a leggere..... Wink Shocked
_________________
Torno a casa ma ho già voglia di ripartire. Ho capito qual è il senso di una spedizione.E' salire una montagna andando oltre.E' distaccarsi dalla cima da elenco ... E' vivere l'assenza di radici come un cammino di libertà.... (Silvia M.Buscaini )
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Speaker's corner
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Successivo
Pagina 2 di 7

Choose Display Order
Mostra prima i messaggi di:   
User Permissions
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi

 
Vai a:  
Servizi di Hosting SinerWeb