FAQHome    FAQFAQ    CercaCerca    Lista utentiLista utenti    GruppiGruppi    AlbumAlbum    FAQPrivacy Over The Top 
  ProfiloProfilo    Messaggi privatiMessaggi privati    Log inLog in 
 
anello sul latemar

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Montagna oltre lo scialpinismo

massimo Rispondi citando



Registrato: 11/04/07 14:21
Messaggi: 194
Luogo di residenza: padova

MessaggioInviato: Mer Set 12, 2007 15:11    Oggetto: anello sul latemar
 
dopo la gita a cima mugoni, posto il report di una minigita fatta in solitaria il giorno seguente (domenica 26 agosto) sul latemar; camosci incrociati 4, umani 2.
l'accordo era che sarei tornato a casa per le 10:00 di mattina, così per fare in tempo mi sveglio alle 5:00 e alle 5:30 sono già in cammino da passo costalunga!

panoramica da cima schenon verso l'anfiteatro del latemar


il bivacco rigatti in posizione nido d'aquila


lo schenon col suo marcissimo spigolo (salito da piaz? mai ripetuto mi pare)


ancora lo schenon dalla ferrata dei campanili


e l'ormai assolato anfiteatro


lungo la ferrata si aprono spettacolari quanto impraticabili forcelline.
qualche volonteroso vuole percorrerne qualcuna con gli sci?
probabilmente farebbe una prima...


verso la fine della ferrata, ecco apparire la forcella dei campanili (disegnata dall'ombra) dove voglio scendere per tornare al punto di partenza


prima di scendere, uno sguardo verso il catinaccio


esploro tutto il ciglio dell'ampia forcella e decido che l'unico canale percorribile è quello più a destra (Est), ecco l'imbocco, molto ripido e molto friabile


dal basso, il canale è quello tutto a sinistra


non si capisce niente vero?

scendo veloce il ghiaione un po' indurito dalle recenti piogge e arrivo diretto a carezza dove rimedio un autostop fino al passo di costalunga. rientro a casa alle 11:00 e ovviamente mi prendo carne: "ecco lo sapevo, sei 1 ora in ritardo, non ci si può proprio fidare di te!!!"
va be', pazienza...

comunque riguardo la forcella mi rimane il dubbio...
sapevo (ma non ricordo dove l'ho letto) che forcella dei campanili è percorribile con difficoltà escursionistiche, ma sinceramente il canalino da me percorso mi è sembrato qualcosa di più...
così passo a chiedere alle guide di nova levante, che mi dicono che l'imbocco giusto è quello tutto a sinistra della forcella, in corrispondenza di una madonnina incastrata nella roccia!

incuriosito, qualche giorno dopo vado a fare una bella corsa in salita da malga epircher lahner fino a forcella dei camosci (ambiente splendido!) e traverso a forcella dei campanili. ebbene la madonnina c'è, è tutta a sinistra e l'imbocco del canale che scende è quantomai invitante!
spero di aver l'occasione di poterla percorrere con gli sci...

morale:
se non conosci un itinerario e non hai una descrizione dettagliata, vai a chiedere informazioni alle guide il giorno prima, non il giorno dopo!


L'ultima modifica di massimo il Gio Ott 18, 2007 14:38, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato

paolo Rispondi citando



Registrato: 28/03/05 21:16
Messaggi: 1975
Luogo di residenza: Bolzano

MessaggioInviato: Mer Set 12, 2007 20:10    Oggetto:
 
Sì, confermo, l’imbocco del canale che scende sul lato di Carezza si trova all’estrema sinistra del largo sellone di forcella Campanili. Scendendo bisogna tenersi sempre a sinistra in quanto si incontrano due diramazioni che terminano sopra salti impraticabili. Io avevo percorso quest’itinerario in senso inverso qualche anno fa (cioé salendo dal lago di Carezza) ad inizio stagione con ramponi e piccozza. Il canale non è strettissimo ma è molto ripido, non so se me la sentirei di scendere per di lì con gli sci.
Complimenti invece per il canale alternativo da te usato per la discesa: non pensavo fosse possibile scendere per altro itinerario, sembra davvero da brividi. Shocked
_________________
paolo chiti
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail

LucaGPS Rispondi citando



Registrato: 18/12/06 01:01
Messaggi: 6436
Luogo di residenza: Arco

MessaggioInviato: Ven Set 14, 2007 21:57    Oggetto: Re: anello sul latemar
 
massimo ha scritto:
....se non conosci un itinerario e non hai una descrizione dettagliata, vai a chiedere informazioni alle guide il giorno prima, non il giorno dopo!

In effetti l'avventura te la sei proprio cercata, l'importante comunque è riuscire a valutare bene la difficoltà ed eventualmete poter ritornare sui propri passi! Rolling Eyes
Comunque l'emozione della scoperta è unica.
Ciao
_________________
C’era un tizio racconta l’autista, che saliva con lo zaino, sci e scarponi, sorriso dolce sul viso bianco di crema solare..non l’ho più visto, forse si è stancato ed è andato altrove. Stancato? Guardo verso le montagne che scintillano più del solito.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Montagna oltre lo scialpinismo
Pagina 1 di 1

Choose Display Order
Mostra prima i messaggi di:   
User Permissions
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi

 
Vai a:  
Servizi di Hosting SinerWeb