FAQHome    FAQFAQ    CercaCerca    Lista utentiLista utenti    GruppiGruppi    AlbumAlbum    FAQPrivacy Over The Top 
  ProfiloProfilo    Messaggi privatiMessaggi privati    Log inLog in 
 
ne vale la pena??
Vai a 1, 2  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Speaker's corner

@le Rispondi citando



Registrato: 29/03/05 15:51
Messaggi: 3584
Luogo di residenza: padova

MessaggioInviato: Lun Mag 22, 2006 12:31    Oggetto: ne vale la pena??
 
http://www.thetop.it/index.php?page=view_abs&n_abs=2745&visto=yes

Leggendo questo contributo mi sono chiesto (mi succede sempre a fine stagione) fino a quando e quanto è opportuno spingere la ns amata attività ... mi rendo conto che è un discorso molto soggettivo e per questo mi faceva piacere sapere come la pensate. Personalmente non farei mai una gita dove la parte sciistica rappresenta meno di un terzo del dislivello complessivo e per di più questo week end con le previsoni che c'erano non sarei andato per niente in Dolomiti con la certezza appunto di un mancato rigelo e di neve fradicia praticamete fino in cima. Ma dove sta il divertimento se si è costretti a spalleggiare per oltre 600 m gli sci poi cava e metti e in discesa non riesci a fare più di due curve consecutive?
Io penso che c'è un tempo per ogni cosa e le gite primaverili sono bellissime, il contrasto tra il verde dei prati e il bianco della neve in quota mi fa impazzire ma c'è un limite oltre il quale io non vado. Leggevo un altro report su planet http://www.forum.planetmountain.com/phpBB2/viewtopic.php?t=20615 dove addirittura 2/5 della discesa solamente sono sciabili il resto coni valanghivi e neve marcia, ma ne vale la pena? si può acora chiamare sci alpinismo?
_________________
La debolezza ha paura di grandi spazi, la stupidità ha paura del silenzio. Aprite gli occhi e le orecchie, chiudete le radioline, niente rumore, niente grida niente clacson. Ascoltate la musica delle montagne!!

Samivel
Top
Profilo Invia messaggio privato

rudy Rispondi citando



Registrato: 28/02/06 19:18
Messaggi: 427
Luogo di residenza: ceneda bassa

MessaggioInviato: Lun Mag 22, 2006 16:30    Oggetto:
 
secondo me non ne vale la pena
l'ambiente sarà sicuramente bello.... ma ci si và x sciare più o meno velocemente
e non x rischiare di rompersi un ginocchio Embarassed
Top
Profilo Invia messaggio privato

espo Rispondi citando



Registrato: 03/01/06 10:28
Messaggi: 3087
Luogo di residenza: trieste

MessaggioInviato: Lun Mag 22, 2006 19:46    Oggetto: Re: ne vale la pena??
 
@le ha scritto:
http://www.thetop.it/index.php?page=view_abs&n_abs=2745&visto=yes



credo che ognuno trovi le sue motivazioni.

io farei 1000 metri con gli sci in spalla per fare solo 500 di discesa se la cima mi attrae e la discesa pure.... con otitma neve però

non li farei mai con il brutto. senza sole per me la montagna perde molto fascino e diventa solo una prestazione atletica, che preferisco allora fare in altro luogo, sui ghiaioni dietro casa......

questo we per la disperazione sono stato in bici Shocked dopo quasi 9 anni 20 km di asfalto in pianura...

mamma che male al sedere Laughing Laughing Laughing
_________________
massimo

Velebit ciol Velebit dà
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage Yahoo MSN

domonice Rispondi citando



Registrato: 10/05/06 22:04
Messaggi: 22
Luogo di residenza: Erbusco Bs

MessaggioInviato: Lun Mag 22, 2006 23:30    Oggetto:
 
Io sono uno di quelli che spalleggia gli sci più che volentieri.... li ritengo un mezzo per raggiungere la meta, come le ciaspe. In fondo cosa sono un paio di kg in più sullo zaino? Il compenso è l'ambiente assolutamente solitario di certe montagne che, se in condizione "sciistica" ideale sono molto affollate. Per me lo scialpinismo ha senso sempre, purchè non si metta il piacere della sciata come priorità della gita Wink
_________________
www.on-ice.it i limiti sono nella tua testa
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage

Michelone Rispondi citando



Registrato: 22/05/06 13:48
Messaggi: 425
Luogo di residenza: Montevaccino TN

MessaggioInviato: Mar Mag 23, 2006 8:38    Oggetto: Gita su cima Brenta
 
Finalmente sono riuscito a registrami per rispondere alla domanda posta in questo forum.
La nostra idea una volta salita cima Brenta era di scendere da un vallone più a nord, con pendenze più moderate e sciabili che dal canale di salita, quindi si sarebbe potuto sciare per tutta la parte alta (circa 1000 m di dislivello), ma quando siamo arrivati in cima, verso le 9.30 la nebbia era molto fitta, e dopo circa 1 ora di attesa per una schiartita abbiamo scelto di ridiscendere per la via di salita che avventurarci per il vallone + a nord senza nessuna traccia ne riferimento, abbiamo quindi preferito un fattore di maggior sicurezza che una più lunga sciata.
Se parliamo da un punto di vista strettamente sciistico forse la gita da noi effettuata non nè valeva la pena, ma da amanti della montagna a 360° a noi è piaciuta ugualmente anche se gran parte del dislivello lo abbiamo fatto con gli sci in spalla (era anche in preventivo), l'essere da soli in vetta nel cuore del Brenta a sempre un suo fascino (pensando anche alle cime sovraffolate di gente), la neve poi era pesante ma comunque abbastanza sciabile, poi forse era anche l'ultima della stagione[/u]
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail

espo Rispondi citando



Registrato: 03/01/06 10:28
Messaggi: 3087
Luogo di residenza: trieste

MessaggioInviato: Mar Mag 23, 2006 8:48    Oggetto: Re: Gita su cima Brenta
 
Michelone ha scritto:


La nostra idea una volta salita cima Brenta era di scendere da un vallone più a nord, con pendenze più moderate e sciabili che dal canale di salita,



interessante l'idea di questo vallone di discesa con pendenze umane e la possibilità di abbinare la salita ripida con una discesa normale Very Happy

ritorni sempre al tuckett? o vicino?

e ben arrivato Laughing
_________________
massimo

Velebit ciol Velebit dà
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage Yahoo MSN

Michelone Rispondi citando



Registrato: 22/05/06 13:48
Messaggi: 425
Luogo di residenza: Montevaccino TN

MessaggioInviato: Mar Mag 23, 2006 9:16    Oggetto:
 
Si si ritorna sempre al rifugio Tuckett con pendenze sui 30-35°.
Guardando il vallone mentre salivamo si notava solo poco sopra il rifugio una breve fascia rocciosa da passare, ma da informazioni raccolte non dovrebbe essere niente di difficoltoso, però non con le condizioni di domenica (nebbia con scarsissima visibilità) perchè il salto sarà comunque di una decina di metri.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail

Andrea Rispondi citando



Registrato: 31/03/05 13:08
Messaggi: 1868
Luogo di residenza: Padova

MessaggioInviato: Mar Mag 23, 2006 10:17    Oggetto:
 
Michelone ha scritto:
Si si ritorna sempre al rifugio Tuckett con pendenze sui 30-35°.
Guardando il vallone mentre salivamo si notava solo poco sopra il rifugio una breve fascia rocciosa da passare, ma da informazioni raccolte non dovrebbe essere niente di difficoltoso, però non con le condizioni di domenica (nebbia con scarsissima visibilità) perchè il salto sarà comunque di una decina di metri.


Infatti mi pare si parli di scivolo N o di scivolo NordOvest come due possibili discese da cima Brenta...il canale NO dovrebbe arrivare fino sui 40°.

Andrea
Top
Profilo Invia messaggio privato

@le Rispondi citando



Registrato: 29/03/05 15:51
Messaggi: 3584
Luogo di residenza: padova

MessaggioInviato: Mar Mag 23, 2006 12:18    Oggetto:
 
domonice ha scritto:
Io sono uno di quelli che spalleggia gli sci più che volentieri.... li ritengo un mezzo per raggiungere la meta, come le ciaspe. In fondo cosa sono un paio di kg in più sullo zaino? Il compenso è l'ambiente assolutamente solitario di certe montagne che, se in condizione "sciistica" ideale sono molto affollate. Per me lo scialpinismo ha senso sempre, purchè non si metta il piacere della sciata come priorità della gita Wink


Nessun problema a spalleggiare gli sci anzi ma ci deve essere un fine, un senso è spalleggiare per effettuare una discesa un'altro invece è portarseli in spalla in salita e anche in discesa ... io non ci trovo niente di divertente anzi lo trovo un pò masochistico.
Io in montagna ci vado in tutte le stagioni ma asseconda del periodo scelgo il modo più adatto per stare in ambiente ... mi piace moltissimo sciare e quindi cerco di prolungare al massimo la stagione scialpinistica e gli sci diventano come dici tu un mezzo per raggiungere la meta ma quando le condizioni sono quelle dello scorso week end ... bhe semplicemente cambio meta e magari anche mezzo Exclamation Wink Laughing
_________________
La debolezza ha paura di grandi spazi, la stupidità ha paura del silenzio. Aprite gli occhi e le orecchie, chiudete le radioline, niente rumore, niente grida niente clacson. Ascoltate la musica delle montagne!!

Samivel
Top
Profilo Invia messaggio privato

@le Rispondi citando



Registrato: 29/03/05 15:51
Messaggi: 3584
Luogo di residenza: padova

MessaggioInviato: Mar Mag 23, 2006 12:24    Oggetto: Re: Gita su cima Brenta
 
Michelone ha scritto:
Finalmente sono riuscito a registrami per rispondere alla domanda posta in questo forum.
La nostra idea una volta salita cima Brenta era di scendere da un vallone più a nord, con pendenze più moderate e sciabili che dal canale di salita, quindi si sarebbe potuto sciare per tutta la parte alta (circa 1000 m di dislivello), ma quando siamo arrivati in cima, verso le 9.30 la nebbia era molto fitta, e dopo circa 1 ora di attesa per una schiartita abbiamo scelto di ridiscendere per la via di salita che avventurarci per il vallone + a nord senza nessuna traccia ne riferimento, abbiamo quindi preferito un fattore di maggior sicurezza che una più lunga sciata.
Se parliamo da un punto di vista strettamente sciistico forse la gita da noi effettuata non nè valeva la pena, ma da amanti della montagna a 360° a noi è piaciuta ugualmente anche se gran parte del dislivello lo abbiamo fatto con gli sci in spalla (era anche in preventivo), l'essere da soli in vetta nel cuore del Brenta a sempre un suo fascino (pensando anche alle cime sovraffolate di gente), la neve poi era pesante ma comunque abbastanza sciabile, poi forse era anche l'ultima della stagione[/u]


capito benissimo e condivido, l'emozione di essere in montagna è sempre grande a maggior ragione se eravate soli ( ... e daltronde con quelle condizioni!!! Laughing ) ... moltissime volte mi muovo con nebbia e magari pioggerellina a piedi o in MTB e sono giornate che hanno un fascino particolare ... il mio intervento era ovviamente un pò provocatorio per capire cosa ne pensate e fin a che punto è giusto spingersi con gli sci prima di cambiare mezzo!! Laughing Cool
_________________
La debolezza ha paura di grandi spazi, la stupidità ha paura del silenzio. Aprite gli occhi e le orecchie, chiudete le radioline, niente rumore, niente grida niente clacson. Ascoltate la musica delle montagne!!

Samivel
Top
Profilo Invia messaggio privato

espo Rispondi citando



Registrato: 03/01/06 10:28
Messaggi: 3087
Luogo di residenza: trieste

MessaggioInviato: Mar Mag 23, 2006 12:38    Oggetto:
 
@le ha scritto:


Nessun problema a spalleggiare gli sci anzi ma ci deve essere un fine, un senso è spalleggiare per effettuare una discesa un'altro invece è portarseli in spalla in salita e anche in discesa ...



condivido. l'ultima uscita in giulie non ho manco messo le pelli. Shocked portate su e giù nello zaino.

ma la sciata non è stata per nulla male Laughing Laughing
_________________
massimo

Velebit ciol Velebit dà
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage Yahoo MSN

eZy Rispondi citando



Registrato: 19/04/05 12:43
Messaggi: 1313
Luogo di residenza: Padova

MessaggioInviato: Mar Mag 23, 2006 13:08    Oggetto:
 
...e la sana 'ssiada de scarpa' Question

gavevo un record senza rabalton ma con curva de circa 1 etaro ... Idea

ma vaeva ea pena Razz

che tempi (zugavo col pindolo e coe piere anca a 'mago') Rolling Eyes
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage

espo Rispondi citando



Registrato: 03/01/06 10:28
Messaggi: 3087
Luogo di residenza: trieste

MessaggioInviato: Mar Mag 23, 2006 13:20    Oggetto:
 
.:eZy:. ha scritto:
...e la sana 'ssiada de scarpa' Question

gavevo un record senza rabalton ma con curva de circa 1 etaro ... Idea

ma vaeva ea pena Razz

che tempi (zugavo col pindolo e coe piere anca a 'mago') Rolling Eyes



su su coragio tosato. nisun te maltrata qua semo tuti boni fioi. muleti co in tel crapon solo piera neve e iazo (o giaz se te vien meio)


Shocked Shocked chiari sintomi di astinenza....... chi sa di cosa Wink
_________________
massimo

Velebit ciol Velebit dà
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage Yahoo MSN

Michelone Rispondi citando



Registrato: 22/05/06 13:48
Messaggi: 425
Luogo di residenza: Montevaccino TN

MessaggioInviato: Mar Mag 23, 2006 13:53    Oggetto:
 
Un piccolo consiglio per chi volesse comunque fare lo scivolo nord di Cima Brenta è quello di non portare su cani, io avevo il fido Bill ma nella parte alta dove le pendenze sono maggiori affiorano ogni tanto roccie con molti detriti instabili che il quattrozampe disgaggiava e noi cercavamo di parare.
Esperienza da non ripetere specie se nei dintorni ci fossero altre persone
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail

domonice Rispondi citando



Registrato: 10/05/06 22:04
Messaggi: 22
Luogo di residenza: Erbusco Bs

MessaggioInviato: Mar Mag 23, 2006 14:00    Oggetto:
 
@le ha scritto:
domonice ha scritto:
Io sono uno di quelli che spalleggia gli sci più che volentieri.... li ritengo un mezzo per raggiungere la meta, come le ciaspe. In fondo cosa sono un paio di kg in più sullo zaino? Il compenso è l'ambiente assolutamente solitario di certe montagne che, se in condizione "sciistica" ideale sono molto affollate. Per me lo scialpinismo ha senso sempre, purchè non si metta il piacere della sciata come priorità della gita Wink


Nessun problema a spalleggiare gli sci anzi ma ci deve essere un fine, un senso è spalleggiare per effettuare una discesa un'altro invece è portarseli in spalla in salita e anche in discesa ... io non ci trovo niente di divertente anzi lo trovo un pò masochistico.
Io in montagna ci vado in tutte le stagioni ma asseconda del periodo scelgo il modo più adatto per stare in ambiente ... mi piace moltissimo sciare e quindi cerco di prolungare al massimo la stagione scialpinistica e gli sci diventano come dici tu un mezzo per raggiungere la meta ma quando le condizioni sono quelle dello scorso week end ... bhe semplicemente cambio meta e magari anche mezzo Exclamation Wink Laughing


Ma infatti io ho premesso che la sciata non la metto come priorità... spesso è solo un modo per scendere... ci sono posti dove se non hai gli sci, fosse anche per gli ultimi 500 metri, non riusciresti a salire. In quel caso ecco che diventano indispensabili. Poi se la discesa di quei 500 metri è bella tanto meglio, altrimenti pace e amen, di belle sciate se ne fanno tante in una stagione.... Poi è ovvio che ognuno si diverte come vuole e la montagna offre molti mezzi utili a tal fine Wink
_________________
www.on-ice.it i limiti sono nella tua testa
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Speaker's corner
Vai a 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

Choose Display Order
Mostra prima i messaggi di:   
User Permissions
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi

 
Vai a:  
Servizi di Hosting SinerWeb