FAQHome    FAQFAQ    CercaCerca    Lista utentiLista utenti    GruppiGruppi    AlbumAlbum    FAQPrivacy Over The Top 
  ProfiloProfilo    Messaggi privatiMessaggi privati    Log inLog in 
 
Ven29+Sab30 ottobre: L’è töt alenament

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Montagna oltre lo scialpinismo

Franz77 Rispondi citando



Registrato: 07/04/06 15:17
Messaggi: 371
Luogo di residenza: Bergamo

MessaggioInviato: Mar Nov 09, 2010 19:28    Oggetto: Ven29+Sab30 ottobre: L’è töt alenament
 
Cervinia – Bivacco ROSSI-VOLANTE

Dislivello: 2100 m
Lunghezza: 13 km



Le previsioni si ripetono anche stavolta: venerdì favoloso, sabato, dopo la mattinata entra una perturbazione. Bisogna “anticiparla” ed ecco il progetto con Mara maturare nella settimana. Potremmo tornare in zona Midi, ma non ci va e in due sarebbe dispendioso, scegliamo così di cambiare zona. Cervinia si presta in quanto una delle poche zone delle Alpi con pochissima neve, come si evince dalle webcam. La Roccia Nera ha almeno quattro ottime linee di ghiaccio che ci interessano da andare a vedere. Tuttavia la funivia è ancora chiusa. Ci tocca spararci tutto il dislivello fino al Bivacco Rossi e Volante. Considerando i saliscendi sono 2100 metri: con gli zaini carichi sono un bel mazzo, ma prendendola con filosofia e senza fretta non sono impossibili. Sulle piste del Plataeu Rosà non possiamo non invidiare un po’ gli sciatori che se la spassano in questa stupenda giornata. Fino al Piccolo Cervino tutto scorre velocemente, ma appena valicato il colle del Breithorn, la neve accumulata dal vento ci fa un po’ tribulare visto che si sprofonda ad ogni passo. Sono comunque non più di 30 cm. In breve però, legatici, le condizioni migliorano e proseguiamo più spediti. Tuttavia qualche bel crepo coperto da ponti di neve farinosa ci fa girovagare non poco. Giunti al bivacco, dopo un veloce giro di ricognizione e battitura per the day after, ceniamo e ci mettiamo in branda speranzosi per l’indomani: il cielo è ancora ben stellato e non c’è vento. Fa comunque freddino dato che l’acqua la notte ghiaccia anche all’interno. La mattina tira un vento molto forte, il cielo è già coperto: la finestra non c’è stata ;-( Decidiamo per il ritorno sperando di ritrovare la traccia e che la nuvole non si abbassino. Le nostre peste infatti sono parzialmente già coperte. Tuttavia il ritorno dal ghiacciaio si rivela più rapido del previsto e anche i crepacci, ora in posizione nota, meno impegnativi. Giunti al Piccolo Cervino il vento diventa tempestoso alzando turbinii di neve. Oggi è tutto deserto, tutti gli impianti chiusi (tutto il versante di Zermatt) ed anche la funivia da Cervinia, nonostante sia il primo giorno della stagione, è chiusa per il vento. Riusciamo però a prendere al volo una corsa speciale per i dipendenti del rifugio.
Insomma, anche senza via e vetta, è stata una bella due giorni di montagna, con emozioni comunque intense, in compagnia della grande Mara. MAI MOLLARE e…ALLENARSI!

Il report completo allo: http://www.on-ice.it/onice/viewtopic.php?t=9104

Assaggio fotografico:












_________________
Due forumisti:"I fotoreports di Franz son come i giornalini pornografici:non leggo il testo,guardo solo le foto.Quindi Franz,continua a postar i tuoi reports, altrimenti mi tocca riabbonarmi a LeOre"
"Franz ormai è come un patrimonio dell'umanità"
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN

bru Rispondi citando



Registrato: 16/11/09 15:51
Messaggi: 225
Luogo di residenza: Valsugana-Trentino

MessaggioInviato: Mer Nov 10, 2010 9:25    Oggetto:
 
alla faccia dell allenamento ..
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Montagna oltre lo scialpinismo
Pagina 1 di 1

Choose Display Order
Mostra prima i messaggi di:   
User Permissions
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi

 
Vai a:  
Servizi di Hosting SinerWeb