FAQHome    FAQFAQ    CercaCerca    Lista utentiLista utenti    GruppiGruppi    AlbumAlbum    FAQPrivacy Over The Top 
  ProfiloProfilo    Messaggi privatiMessaggi privati    Log inLog in 
 
Un viaggio a 4000: ARMAND-CHARLET

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Montagna oltre lo scialpinismo

Franz77 Rispondi citando



Registrato: 07/04/06 15:17
Messaggi: 371
Luogo di residenza: Bergamo

MessaggioInviato: Mer Giu 29, 2011 10:20    Oggetto: Un viaggio a 4000: ARMAND-CHARLET
 
Colle ARMAND CHARLET, 3998m, Couloir NE (1000m/IV/4/TD)
&
Grande ROCHEUSE, 4102m
Armand Charlet fut le plus grand guide de sa génération. Natif d'Argentière (1900), il vouait un véritable culte à l'aiguille Verte, qui domine le village, au point de la gravir 100 fois exactement dans sa vie, et d'y ouvrir un grand nombre d'itinéraires nouveaux.

Due mesi fa, con Mara, quando poi salimmo il Couturier, l’assaggio della crepaccia terminale del couloir NE del Colle Armand Charlet ci aveva lasciato un po’ di amaro in bocca. Come ogni conto in sospeso, aspettavamo solo di poterlo chiudere. La funivia apre settimana prossima ma la cosa non ci ferma: sarà una salita by fair means . Sono più di 5 ore di salita, ma la voglia è tanta. Quando vediamo di nuovo la crepaccia rimaniamo un po’ delusi: la neve nuova aveva per un periodo migliorato la situazione, ma è già tornata delicata. Dall’invernale del Rifugio d’Argentière studiamo e speriamo nell’indomani. Siamo in una quindicina, ma solo noi diretti su quel versante. La notte dopo un po’ di giustificata indecisione e tentativi riusciamo a superare la crepaccia (solitamente di agghiacciante neve pressata) e tramite le rocce a lato entrare, dopo del bel misto, nel couloir vero e proprio. Cominciano qui 300 metri di ghiaccio “commovente”: una stagione di cascate trova qui la sua apoteosi. Giunti a 3500 al bivio per la parte superiore, il sole comincia a scaldare la neve in alto e delle scariche ci consigliano le migliori linee di salita: infatti i versanti che tornano in ombra già al mattino presto sono ottimi e si trovano anche linee poco esposte alla caduta dall’alto. Dopo un centinaio di metri di misto, comincia la parete nella parete: un pendio a 60 gradi costante, di 400m, ma in ottime condizioni: entra solo la punta del piede. Al Colle Armand Charlet tanta emozione. Affrontiamo le rocce sporche dell’ Aiguille du Jardin e, dopo 2h di tentativi, finalmente scoviamo un passaggio per la vetta. Ma siccome il nostro non è un alpinismo da “metti la X”, consideriamo che un ritorno con più calma sarà altrettanto di soddisfazione (magari per l’Arete). Quindi lanciamo una doppia (che fatalità si incastra, ne perdo 3 metri ;-( …era destino non temporeggiare) e attraversato il Colle proseguiamo per l’affilata cresta della Grande Rocheuse, 4102 m per giungere al Colle della Verte e scendere dal couloir Whymper con le ormai “familiari” doppie Smile. L’indomani al Rifugio Couvercle somatizzare questa gita “a freddo” dà la forza di sognare nuove mete: e meno male che ne lasciamo ancora qualcuna inconclusa…così che sia una continua “ascesa”. Come al solito la mia super socia è all’altezza di ogni sfida e nuova avventura.
Un pensiero particolare, infine, alla suddetta guida Armand Charlet che appunto sali 100 volte la Verte e apri numerosi itinerari nuovi, tra cui questo nel 1932 (!!!!) e a Karl Blodig, il primo grande collezionista di 4000, che appena la Jardin fu aggiunta alla lista ufficilae, venne da solo, salì il couloir e pure lo discese alla veneranda età di 74 anni!!!!

Come al solito il report completo allo: http://www.on-ice.it/onice/viewtopic.php?t=11052

Ed alcune foto:








_________________
Due forumisti:"I fotoreports di Franz son come i giornalini pornografici:non leggo il testo,guardo solo le foto.Quindi Franz,continua a postar i tuoi reports, altrimenti mi tocca riabbonarmi a LeOre"
"Franz ormai è come un patrimonio dell'umanità"
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN

cer Rispondi citando



Registrato: 24/02/06 14:52
Messaggi: 909
Luogo di residenza: verona

MessaggioInviato: Gio Giu 30, 2011 7:56    Oggetto:
 
WOW!!!!
bellissimo giro, perdipiù soli, ancora meglio
Top
Profilo Invia messaggio privato

l'ultima strega Rispondi citando



Registrato: 14/05/09 20:17
Messaggi: 2380
Luogo di residenza: in tutto il mondo

MessaggioInviato: Ven Lug 01, 2011 12:48    Oggetto:
 
Eccomi qui, per fortuna nessuno ancora ci ha provato, prima di me, a fare i complimentoni a Mara!! Very Happy Very Happy Grande donna e grande alpinista! Razz

Franz, io sicuramente non ci capisco niente, perchè è vero, però immagino che per voi camminare sul ghiaccio e sentire picca e ramponi che rispondono alla gioia della salita, come un balletto nel regno delle Fate, sia come accarezzare la roccia per un arrampicatore, o trovare una bella linea di salita e discesa per uno scialpinista. Rolling Eyes

Comunque sta di fatto, che anche se non me ne intendo di grandi imprese, le vostre salite sono fatte per essere amate anche da umili spettatori come noi, e nel mio caso, grazie per portarmi in questi luoghi così verticali e spettacolari, che quasi ci lascio....il cuore Surprised Very Happy Very Happy Very Happy

Razz Razz Wink
_________________
Torno a casa ma ho già voglia di ripartire. Ho capito qual è il senso di una spedizione.E' salire una montagna andando oltre.E' distaccarsi dalla cima da elenco ... E' vivere l'assenza di radici come un cammino di libertà.... (Silvia M.Buscaini )
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage

Nicola Rispondi citando



Registrato: 13/10/06 10:13
Messaggi: 3120
Luogo di residenza: Schio

MessaggioInviato: Ven Lug 01, 2011 13:44    Oggetto:
 
un giorno o l'altro mi verranno le vertigini, a guardare le tue foto!
_________________
Il monte è parabola della vita. Il monte innevato è parabola del paradiso.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage

Franz77 Rispondi citando



Registrato: 07/04/06 15:17
Messaggi: 371
Luogo di residenza: Bergamo

MessaggioInviato: Ven Lug 01, 2011 15:19    Oggetto:
 
l'ultima strega ha scritto:
Razz Razz Wink

Embarassed grazie
(esagerata)
Nicola ha scritto:
un giorno o l'altro mi verranno le vertigini, a guardare le tue foto!

La prossima volta le inclino un po' di meno Twisted Evil Twisted Evil Twisted Evil
_________________
Due forumisti:"I fotoreports di Franz son come i giornalini pornografici:non leggo il testo,guardo solo le foto.Quindi Franz,continua a postar i tuoi reports, altrimenti mi tocca riabbonarmi a LeOre"
"Franz ormai è come un patrimonio dell'umanità"
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Montagna oltre lo scialpinismo
Pagina 1 di 1

Choose Display Order
Mostra prima i messaggi di:   
User Permissions
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi

 
Vai a:  
Servizi di Hosting SinerWeb