FAQHome    FAQFAQ    CercaCerca    Lista utentiLista utenti    GruppiGruppi    AlbumAlbum    FAQPrivacy Over The Top 
  ProfiloProfilo    Messaggi privatiMessaggi privati    Log inLog in 
 
Progetto Avalanche
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Meteo e ambiente

agh Rispondi citando



Registrato: 27/01/09 16:09
Messaggi: 1022
Luogo di residenza: Piné

MessaggioInviato: Mar Gen 21, 2014 12:27    Oggetto:
 
Ora VI FARO' INCAZZARE Very Happy
A me il problema pare molto semplice: l'overvconfident come l'underconfident si basano sostanzialmente sull'ignoranza del fenomeno, o comunque su una conoscenza parziale. Inutile discettare sull'aria fritta. Più conosci bene un fenomeno e meno rischi comportamenti da over o da under. Mi pare persino ovvio. Mirate al petto Very Happy
_________________
Escursionismo in Trentino
www.girovagandoinmontagna.it
www.girovagandoblog.it
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN

enrico r. Rispondi citando



Registrato: 06/04/05 15:03
Messaggi: 2602
Luogo di residenza: Padova

MessaggioInviato: Mar Gen 21, 2014 12:40    Oggetto:
 
agh ha scritto:
Mirate al petto Very Happy

...come disse il condannato al plotone che lo stava fucilando. E il plotone eseguì. Wink

Fuori discussione che a maggiore ammontare di informazioni oggettive disponibili corrisponde minore spazio per l'errore di valutazione. Ma qui stiamo parlando di un fenomeno che per quanto uno ne sappia conserva ampi margini di imprevedibilità. Per cui alla fine - piaccia o meno - ti trovi a dover decidere in condizioni di incertezza.

E le decisioni in condizioni di incertezza sono esposte al rischio del quale stiamo discutendo.
_________________
enrico r.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail

sergio63 Rispondi citando



Registrato: 28/12/07 01:34
Messaggi: 1321
Luogo di residenza: Bleggio (TN)

MessaggioInviato: Mar Gen 21, 2014 13:11    Oggetto:
 
agh ha scritto:
Ora VI FARO' INCAZZARE Very Happy
A me il problema pare molto semplice: l'overvconfident come l'underconfident si basano sostanzialmente sull'ignoranza del fenomeno, o comunque su una conoscenza parziale. Inutile discettare sull'aria fritta. Più conosci bene un fenomeno e meno rischi comportamenti da over o da under. Mi pare persino ovvio. Mirate al petto Very Happy


dico le mie quattro cavolate...

il difficile non è tanto conoscere il fenomeno valanga...ma la condizione della neve e del substrato punto per punto quando devi passare... Rolling Eyes

il bollettino, che per quanto opinabile è il dato più sicuro di cui si dispone, ci da anche ed immediatamente un indicazione dell'incertezza interpretativa sul terreno...

personalmente con grado tre mi arrischio ad andare a vedere posti che conosco (tracciabili comunque per quel grado da morfologia del terreno)...da parecchi anni non vado in posti nuovi con questo grado di pericolo...

cercando di tener ben presente che la confidenza è una brutta bestia...

con grado quattro al massimo vado per boschi...con attenzione...
Top
Profilo Invia messaggio privato

agh Rispondi citando



Registrato: 27/01/09 16:09
Messaggi: 1022
Luogo di residenza: Piné

MessaggioInviato: Mar Gen 21, 2014 13:30    Oggetto:
 
enrico r. ha scritto:
agh ha scritto:
Mirate al petto Very Happy

Fuori discussione che a maggiore ammontare di informazioni oggettive disponibili corrisponde minore spazio per l'errore di valutazione. Ma qui stiamo parlando di un fenomeno che per quanto uno ne sappia conserva ampi margini di imprevedibilità. Per cui alla fine - piaccia o meno - ti trovi a dover decidere in condizioni di incertezza


mi pare ovvio che il fenomeno sia talmente complesso che è molto difficile una valutazione esaustiva. Tuttavia, gira e rigira, quello che fa la differenza è sempre e comunque la conoscenza del fenomeno. Inutile star lì a menarla con l'overconfident o underconfident. Se non ne sai abbastanza sarai sempre over o under. Fatti salvi i margini di imperscrutabilità. Ugh, ho detto
_________________
Escursionismo in Trentino
www.girovagandoinmontagna.it
www.girovagandoblog.it
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN

Capitano Rispondi citando



Registrato: 26/03/05 10:27
Messaggi: 1026
Luogo di residenza: Pergine (Trento)

MessaggioInviato: Mar Gen 21, 2014 13:57    Oggetto:
 
agh ha scritto:
mi pare ovvio che il fenomeno sia talmente complesso che è molto difficile una valutazione esaustiva. Tuttavia, gira e rigira, quello che fa la differenza è sempre e comunque la conoscenza del fenomeno. Inutile star lì a menarla con l'overconfident o underconfident. Se non ne sai abbastanza sarai sempre over o under. Fatti salvi i margini di imperscrutabilità. Ugh, ho detto


La cosa é più sottile.......perchè l'ignoranza é condizione necessaria ma non sufficiente per essere overconfident
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage

jj6 Rispondi citando



Registrato: 19/03/07 14:09
Messaggi: 2394
Luogo di residenza: New Delhi - India

MessaggioInviato: Mar Gen 21, 2014 15:43    Oggetto:
 
Capitano ha scritto:

La cosa é più sottile.......perchè l'ignoranza é condizione necessaria ma non sufficiente per essere overconfident


per ogni x appartenente all'insieme degli overconfident, tale che overconfident = ignorante e mona e bravo scialpinista, esiste uno e uno solo (x1)che é solo ignorante e mona, ne deriva che x1 = Asterix non é overconfident...
_________________
E allora... MOLLALI !!!!!! CARLO
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage MSN

enrico r. Rispondi citando



Registrato: 06/04/05 15:03
Messaggi: 2602
Luogo di residenza: Padova

MessaggioInviato: Mar Gen 21, 2014 16:01    Oggetto:
 
agh ha scritto:
mi pare ovvio che il fenomeno sia talmente complesso che è molto difficile una valutazione esaustiva. Tuttavia, gira e rigira, quello che fa la differenza è sempre e comunque la conoscenza del fenomeno. Inutile star lì a menarla con l'overconfident o underconfident. Se non ne sai abbastanza sarai sempre over o under. Fatti salvi i margini di imperscrutabilità. Ugh, ho detto

No, non è così.

La conoscenza fa un pezzo della differenza. L'altro pezzo lo fa l'uso che fai della conoscenza. A parità di conoscenza, va molto peggio chi la sopravvaluta - l'overconfident - di chi la sottovaluta - l'underconfident..
_________________
enrico r.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail

Capitano Rispondi citando



Registrato: 26/03/05 10:27
Messaggi: 1026
Luogo di residenza: Pergine (Trento)

MessaggioInviato: Mar Gen 21, 2014 16:07    Oggetto:
 
Coloro che avevano fama di maggior sapienza, proprio questi, seguitando io la mia ricerca secondo la parola del dio, mi apparvero, quasi tutti, in maggior difetto; e altri, che avevano nome di gente da poco, migliori di quelli e piú saggi..........
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage

agh Rispondi citando



Registrato: 27/01/09 16:09
Messaggi: 1022
Luogo di residenza: Piné

MessaggioInviato: Mar Gen 21, 2014 16:44    Oggetto:
 
enrico r. ha scritto:

No, non è così. La conoscenza fa un pezzo della differenza. L'altro pezzo lo fa l'uso che fai della conoscenza. A parità di conoscenza, va molto peggio chi la sopravvaluta - l'overconfident - di chi la sottovaluta - l'underconfident..


aria fritta. Se sei VERAMENTE un esperto, sai usare la tua conoscenza come si deve.
_________________
Escursionismo in Trentino
www.girovagandoinmontagna.it
www.girovagandoblog.it
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN

Capitano Rispondi citando



Registrato: 26/03/05 10:27
Messaggi: 1026
Luogo di residenza: Pergine (Trento)

MessaggioInviato: Mar Gen 21, 2014 17:13    Oggetto:
 
Ecco un vero overconfident! Definire "aria fritta" una cosa che non si conosce (ed é evidente che non la conosci) é decisamente overconfidence.
Senza offesa, con amicizia, ma con franchezza.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage

fluto Rispondi citando



Registrato: 19/04/05 14:00
Messaggi: 4127
Luogo di residenza: piccole dolomiti, pasubio

MessaggioInviato: Mar Gen 21, 2014 17:17    Oggetto:
 
agh ha scritto:
enrico r. ha scritto:

No, non è così. La conoscenza fa un pezzo della differenza. L'altro pezzo lo fa l'uso che fai della conoscenza. A parità di conoscenza, va molto peggio chi la sopravvaluta - l'overconfident - di chi la sottovaluta - l'underconfident..


aria fritta. Se sei VERAMENTE un esperto, sai usare la tua conoscenza come si deve.


mi pare che qui sia necessario concordare le definizioni, poi si discute.

comunque aver le conoscenze, in generale, non significa essere in grado di applicarle.

una cosa sono le conoscenze, un'altra le capacità ...
_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato

fluto Rispondi citando



Registrato: 19/04/05 14:00
Messaggi: 4127
Luogo di residenza: piccole dolomiti, pasubio

MessaggioInviato: Mar Gen 21, 2014 17:20    Oggetto:
 
Capitano ha scritto:
Coloro che avevano fama di maggior sapienza, proprio questi, seguitando io la mia ricerca secondo la parola del dio, mi apparvero, quasi tutti, in maggior difetto; e altri, che avevano nome di gente da poco, migliori di quelli e piú saggi..........


socratico anche tu, ehh Question Question Exclamation Exclamation Laughing Laughing
_________________
Top
Profilo Invia messaggio privato

SimonRussi Rispondi citando



Registrato: 08/11/06 09:33
Messaggi: 4511
Luogo di residenza: Laives (BZ)

MessaggioInviato: Mar Gen 21, 2014 17:31    Oggetto:
 
agh ha scritto:
enrico r. ha scritto:

No, non è così. La conoscenza fa un pezzo della differenza. L'altro pezzo lo fa l'uso che fai della conoscenza. A parità di conoscenza, va molto peggio chi la sopravvaluta - l'overconfident - di chi la sottovaluta - l'underconfident..


aria fritta. Se sei VERAMENTE un esperto, sai usare la tua conoscenza come si deve.


I fatti ti danno pesantemente torto.
Mi pare persino ovvio.
_________________
СИМОН РУССИ

"Cosa sa di alpinismo chi sa solo di alpinismo?" C. L. R. James
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail

agh Rispondi citando



Registrato: 27/01/09 16:09
Messaggi: 1022
Luogo di residenza: Piné

MessaggioInviato: Mar Gen 21, 2014 20:18    Oggetto:
 
SimonRussi ha scritto:

I fatti ti danno pesantemente torto.
Mi pare persino ovvio.


a me non pare ovvio per niente. Comunque, punti di vista eh Smile
_________________
Escursionismo in Trentino
www.girovagandoinmontagna.it
www.girovagandoblog.it
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN

enrico r. Rispondi citando



Registrato: 06/04/05 15:03
Messaggi: 2602
Luogo di residenza: Padova

MessaggioInviato: Mar Gen 21, 2014 23:53    Oggetto:
 
Quando parliamo di overconfidence nel caso specifico di questo studio, di cosa stiamo parlando? Il grafico qui sotto illustra la questione.

Come detto ci sono 18 domande alle quali si può rispondere in due possibili modi, uno corretto l'altro sbagliato. Per ogni domanda si chiede al rispondente di scegliere quella tra le due possibili risposte che gli sembra corretta e poi gli si chiede di dire quanto è convinto di aver risposto correttamente.

Alla fine, per ogni rispondente osserviamo la percentuale di risposte esatte e la percentuale di risposte che lui ritiene siano esatte. Nel grafico qui sotto ogni punto rappresenta una persona partecipante allo studio. Lungo l'asse orizzontale si leggono le percentuali di risposte esatte, lungo l'asse verticale le percentuali di risposte che i rispondenti ritengono siano esatte.



Ad esempio, il punto più a sx nel grafico si riferisce ad una persona che ha risposto correttamente a poco meno del 30% delle domande, ma è convinta di aver risposto correttamente a più del 60% delle domande. I due punti all'estrema dx sono persone che hanno risposto correttamente a tutte le domande ma credono di averne sbagliate ca. il 15%.

Tutti i punti al di sopra della linea obliqua si riferiscono a persone che credono di aver risposto correttamente a più domande di quanto non abbiano effettivamente fatto. Questi sono gli overconfident. Come si vede sono piuttosto numerosi.

Il grafico dà ragione ad Agh quando dice che più uno ne sa meno è overconfident: tra i soggetti all'estrema dx - quelli che sbagliano nulla o molto poco nelle 18 domande proposte - gli overconfident sono pochissimi.

Solo che in tema di valanghe, data la natura parecchio imprevedibile del fenomeno, dubito molto che ci siano in circolazione persone così infallibili da collocarsi all'estrema dx del grafico. E, come si vede chiaramente nel grafico, basta spostarsi un po' verso sx per trovare numerosi overconfident.

Con tutte le cautele del caso - è un esperimento circoscritto a ca. 300 persone, lo strumento di misura dell' overconfidence forse non è ineccepibile - ma non ci sembra proprio il caso di liquidare il risultato con un'alzata di spalle. Che ci siano in circolazione persone che credono di saperne più di quanto non sappiano effettivamente e che questa loro convinzione influisca sulla decisione di intraprendere o meno una gita - sia pure in un contesto artificiale come quello proposto nell'esperimento - è un fatto che da questi dati emerge in modo evidente.
_________________
enrico r.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Meteo e ambiente
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Successivo
Pagina 6 di 9

Choose Display Order
Mostra prima i messaggi di:   
User Permissions
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi

 
Vai a:  
Servizi di Hosting SinerWeb